IL VIAGGIO DELLA FELICITÀ

# 20 luglio 2006

Oggi la Curry vi deve dire una cosa. La prossima settimana andrò in ferie e farò un viaggio all'estero, ma non sarà un viaggio normale, infatti la mia meta sarà l'isola di Taiwan...VADO DA ZAI! Tutto è accaduto in fretta: la voglia matta di vederlo e la mia decisione di partire anche da sola.

"Voglia matta di vederlo" → profonda convinzione che la mia vita potesse finire da un momento all'altro stroncata da qualche atroce malattia senza averlo mai incontrato. "Decisione di partire da sola" → rimpianto di essermi persa il mega concertone degli F4 di marzo ad Hong Kong perché nessuno era voluto/aveva potuto venire con me.


# 27 luglio 2006

A ca**re le Ferrovie dello Stato che stavano per farmi perdere l'aereo della felicità! Dalla fretta ho anche perso gli occhiali da sole nuovi e quando ero a Roma, mi sono ricordata di non aver preso il carica batterie del cellulare quindi... sarò costretta ad usarlo con parsimonia! xD Ci tengo a sottolineare la disfunzione del sistema ferroviario italiano per ben due motivi: primo, a causa di questo mi stava per prendere un infarto che avrebbe posto fine alla mia breve vita a un passo dal vedere Zai Zai; secondo perché ho dovuto veramente correre come una pazza per arrivare in tempo all'aeroporto con le varie conseguenze di cui sopra. Ma tutto è bene quel che finisce bene!
Il giorno seguente sono atterrata a Taipei!


# 28 luglio 2006

Non so bene se il mio sollievo fosse dovuto al fatto che ero contenta di vedere Zai Zai, o al fatto che ero semplicemente contenta di essere ancora viva... Sì perché io, oltre ad essere ipocondriaca, ho una paura atroce dell'aereo! Appena raggiunto l'hotel sono crollata in un sonno profondo, subito interrotto da una scossa di terremoto. È noto che l'isola di Taiwan è zona sismica e perciò mi ero già preparata a questa eventualità: dopo aver guardato dalla finestra e nel corridoio dell'hotel ed essermi così accertata che nessuno fosse in preda al panico, sono tornata a dormire. La sera stessa, all'ora di cena, ho incontrato le ragazze del suo fanclub. La prima persona che ho conosciuto è stata Jess di Hong Kong. Ci siamo incontrate nella hall dell'albergo in una maniera abbastanza comica: lei non mi aveva mai vista, neanche per foto pertanto continuava a girarmi intorno cercando una ragazza filippina! Nell'albergo in cui stava Jess, ho conosciuto le altre ragazze e siamo così andate a cena. La mia prima cena taiwanese è stata tanto buona quanto un incubo! Abbiamo mangiato una cosa tipica del posto che consiste nel mettere a bollire di tutto e di più in una pentola posta sul fuoco e contenente acqua bollente (piccante a piacimento). A questo punto devo rigorosamente mettervi in guardia da alcune trappole! Tra le tante cose che si possono infilare nel pentolone ci sono delle pucciosissime palline colorate di non-so-cosa dall'aspetto invitante. Queste sono il demonio! Con le mie belle bacchettine ne ho presa una, ci ho soffiato sopra per raffreddarla, l'ho messa in bocca e l'ho masticata! Dal suo interno si è sprigionato un liquido della temperatura di all'incirca 1000 gradi che mi ha ustionato il palato il quale si è riempito di bolle! Alla televisione ho visto la pubblicità di Let's get Married e Mike "pisellone" durante una conferenza stampa, ho visto la pubblicità di uno show con Ming Dao e tutti i Club 183...che figata! In verità speravo di vedere Zai Zai ma non fa nulla, lo vedrò domani! Da Taipei è tutto, passo e chiudo.


# 29 luglio 2006

"Zui Ai Silence Pictorial Book" Autograph Session
Time : About 1.30
Venue : Wei Feng Guang Chang
Hosted by : Tu Sheng Chu Ban She

Alle 07:30 del mattino eravamo già tutte quante operative! Ci siamo incontrate e abbiamo raggiunto in taxi il luogo dell'evento. Nonostante l'orario mattutino c'erano già parecchie fans in coda. La maggior parte giapponesi e alcune di loro indossavano il kimono. Le ragazze hanno appoggiato tutto il loro materiale in un punto con un po' di ombra e poi siamo andate a fare colazione. Con il passare delle ore, la piazzetta si stava trasformando in una fornace: ne un alito di vento ne un filo d'ombra e neanche una piccola nuvola in cielo. Alcuni addetti ai lavori stavano già montando il palco.
Jess mi ha invitato a scrivere un messaggio per Zai Zai che poi mi ha tradotto in cinese.

"Dear Zai, take care of you! Your hard work, your charm, your laugh arrive in Italy.
When you sing your voice is warm and soft. I love you and we love you. Wo Ai Ni"


Alle 13 circa, persone dello staff ci hanno distribuito dei numeri per salire sul palco. Io ne ho presi ben tre! Nel frattempo le fans in coda aumentavano sempre di più. L'attesa sotto il caldo sembrava infinita. Fortunatamente siamo riuscite a trovare un po' di refrigerio all'interno del Breeze Center, un bellissimo centro commerciale di lusso adiacente alla piazzetta. Quando ormai Zai Zai stava per arrivare, a me e ad una ragazza giapponese, ci è stato detto di salire sul palco per consegnargli un mazzo di fiori. Non mi è sembrato vero! Ho cominciato a tremare prima ancora di vederlo! Ero presa dal panico! Ero anche tutta completamente sudata! Più pensavo che ero sudata e più sudavo! E soprattutto mi sentivo un benemerito cesso! Intanto l'ora X si avvicinava. I reporter erano già tutti al loro posto. Mi trovavo già dietro le quinte con i fiori in mano quando LUI finalmente è arrivato. Non credevo ai miei occhi! Lo avevo proprio lì! Proprio davanti a me! In tutto il suo splendore! Di quando sono salita sul palco ricordo solamente alcuni particolari del suo viso che mi sono rimasti stampati nella mente. Ricordo perfettamente l'ombratura nera dei baffi sopra al labbro, le sopracciglia nere e folte e il suo sorriso da togliere il fiato. Inoltre ricordo anche i click delle macchine fotografiche dei reporters. Del resto, il nulla...

A quanto pare ho vissuto la bellissima esperienza di abbracciare Chou Yu Min! Quando sono scesa dal palco tutte le fans mi dicevano: "You're so lucky!!!" Zai Zai è stato molto sorpreso nel vedermi. Le mie amiche mi hanno infatti detto che si è voltato verso Megan Lai e le ha detto stupito: "Ma veramente ho ricevuto i fiori da un'italiana?". Ancora completamente rinco, ho trovato la forza di telefonare e mandare sms alle mie amiche Anneyuu, Gnoma e Misa, blaterando cose strane quasi incomprensibili, presa dall'eccitazione. Nel frattempo Zai Zai aveva già cominciato ad autografare i libri.

Finalmente è arrivato anche il mio turno! Sono salita di nuovo sul palco, seguita dalla mia amica Jess, la quale mi ha chiesto se volevo dire qualcosa a Zai Zai. La mia mente era completamente vuota! L'unica cosa che sono riuscita a dirgli e stato: "I'm really happy" e lui mi ha sorriso! In questo momento sono riuscita a realizzare, ancora di più, quanto fosse bello. Aveva dei colpi di sole un po' rossastri sui capelli, molto trucco, dei denti bianchissimi. Sembrava irreale. Sono stata tutto il tempo a guardarlo in adorazione fino a quando, a manifestazione conclusa, se ne è andato. Per ora da Taipei è tutto passo e chiudo.


# 30 luglio 2006

Questa mattina mi sono svegliata ancora incredula. Ci penso tutto il giorno, cammino e rido da sola, parlo da sola, sembro stupida! A mezzogiorno partiremo per Yilan! Il mio viaggio è proseguito con 6 ragazze di Hong Kong e una di Singapore, alla volta di Yilan e poi Luodong, il paese natale di Zai Zai. Nel pomeriggio ci è venuto a prelevare un autista con un monovolume noleggiato per l'occasione che ci ha accompagnato fino alla nostra meta! Per raggiungere Yilan ci sono due strade: la prima percorre il tratto costiero e ci si impiega circa 4 ore; la seconda è una nuova autostrada che attraversa la zona più montuosa e ci si impiega poco più di un'ora. È questa la strada che abbiamo preso! La via più rapida per raggiungere l'hotel in cui pernottare e poter vedere in tutta tranquillità il nuovo episodio di Silence alla televisione.


# 31 luglio 2006

Abbiamo dormito nell'hotel con le terme e ho fatto il bagno proprio come Zai su ABCDF4! Poi ho mangiato il pollo fritto dove lo mangiava sempre lui e ho bevuto la sua bibita preferita! Ho anche comperato la giacca della sua uniforme scolastica con scritto Zhou Yu Min! La mattina seguente, dopo aver fatto colazione, sono andata a fare il bagno nella piscina con l'acqua calda dell'hotel, la stessa piscina dove Zai Zai ha girato ABCDF4. Dopo il bagno, siamo andate alla stazione di Yilan City e abbiamo preso il treno alla volta di Luodong, il paese in cui è nato Zai Zai.
In questa foto è ritratta la stazione di Loudong. Qui ci stava aspettando il proprietario dell'ostello in cui avremmo dormito. Questo signore è amico di famiglia di Zai Zai e in casa possiede alcune foto di quando Zai Zai era piccolo, che mostra alle numerose fans in pellegrinaggio presso di lui.



L'ostello si trova proprio accanto alla scuola elementare di Zai. Non appena in possesso delle chiavi delle camere e appoggiati i bagagli siamo andate a mangiare degli ottimi noodles in un locale nei paraggi e poi di corsa a visitare la scuola. La "Gong Zeng Elementary School of Luo Dong & Yilan County" è un edificio molto grande con il campo da atletica, da pallacanestro e da boccie (hahaha anche a Taiwan giocano a boccie!!) all'esterno. Siamo andate a dare una sbirciatina per i corridoi, alle aule e alla palestra.



Adiacente alla scuola si trova il negozio che vende le uniformi scolastiche e naturalmente, da brava fan, mi sono comperata la giacca della sua uniforme con scritto Chou Yu Mi. Doveroso è stato il pit-stop al localino in cui Zai Zai era solito fermarsi all'uscita da scuola per mangiare il pollo fritto e bere il tea al mango. Il locale è sempre gestito dalla stessa persona e cioè dalla signora che vedete nella foto. È un tipico locale di Taiwan, ovvero tutto aperto ai lati e con il carrello per cucinare all'aperto. Al centro vi è una colonna in cui tutte le fans di Zai Zai hanno lasciato messaggi e foto del loro passaggio.





Nel tardo pomeriggio abbiamo fatto un giro in macchina con il proprietario dell'ostello il quale ci ha condotto a visitare la "National LoTung Industrial Vocational High School" frequentata da Zai Zai, la casa dove abita il papà con la sua seconda moglie e la sorellina e infine ci ha accompagnato al parco giochi "Yilan International Children's Folklore & Folkgame Festival". A sera inoltrata siamo state a visitare il mercato notturno all'aperto dove abbiamo mangiato e fatto un po' di shopping. Nella via di ritorno all'ostello ci siamo perse! Ormai era tardi e tutti i negozi erano chiusi! Nel buio, non abbiamo riconosciuto i nostri punti di riferimento dati dalle insegne luminose. Giunte all'ostello siamo andate a dormire, il giorno seguente saremmo ritornate a Taipei per concludere il nostro viaggio.


# 1 agosto 2006

Rieccomi! Dopo cena, siamo state al mercato all'aperto e ho fatto un sacco di foto ai cartelloni pubblicitari. C'erano Jerry, Mike He, Rainie, Jun e gli Arashi! Ho trascorso l'ultimo giorno di vacanza, tra il viaggio di rientro a Taipei e una visita ad uno dei tanti mercati notturni di questa grande città, in compagnia di una ragazza di Hong Kong e della sua famiglia. Le altre mie compagne di viaggio, invece, erano già partite.


# 2 agosto 2006

Ho già fatto il check out all'albergo e tra qualche ora andrò in aeroporto. Non so se tornare a fare un giro al Breeze Center, oppure rimanere qui a piangere. Da Taipei è più o meno tutto...passo e chiudo!