TO GET HER

Recensione a cura di Stella

Titolo: 愛就宅一起 / Ai Jiu Zhai Yi Qi / To Get Her / Superstar Express
Genere: Commedia Romantica
Anno: 2009 - dal 15.02.2009 al 03.05.2009
Episodi: 12 episodi di circa 70 minuti
Casa di produzione: Taiwanese - CTV / GTV

PER PIÙ INFO » DIC Forum - Drama Wiki
MERCHANDISING » Colonna sonora

Cast

Jiro Wang

Zhuang Jun Nan / Mars

Rainie Yang

Chen Mo Mo

George Hu

Wei Jia Sen

Trama

Chen Mo Mo è una ragazza “invisibile”, sin dalla sua infanzia è sempre stata dimenticata ed ignorata da tutti, compagni ed insegnati compresi. Per questo non riesce mai a comparire in nessuna foto di scuola e a partecipare alle gite, nessuno mai si accorge della sua mancata presenza. Anche a causa di tutto questo, il carattere introverso di Mo Mo la porta a chiudersi ancor più in sé stessa e a vivere nel mondo fantastico del suo manga preferito che tratta la storia del bel Principe Kashaba.
Ed è così che si apre l’inizio del drama To Get Her, quando la ragazza cerca di portarsi a casa la sagoma gigante in cartone del suo Principe e, dopo varie peripezie per farla giungere integra a casa, chiude inavvertitamente la testa del personaggio nel cancelletto del giardino troncandola di netto, con sua enorme disperazione. Rattoppata la testa con una buona quantità di nastro adesivo, la mattina successiva è il ventiduesimo compleanno del principe Kashaba e Mo Mo si prepara a festeggiare il lieto evento. A colazione tutto è pronto per iniziare la festa, ma sua sorella maggiore, Chen Chu Chu, legge sul giornale una notizia interessante: il famosissimo e bellissimo Mars si è iscritto alla stessa università della sorella minore e inizierà a frequentare le lezioni proprio da quel giorno. La novità rende tanto entusiasta Chu Chu, quanto indifferente Mo Mo che prosegue a far gli auguri alla sua sagoma di cartone come se nulla fosse successo.
Naturalmente il destino dei due si intreccia e Mars finisce proprio nella stessa aula della protagonista. L’atteggiamento da star del ragazzo dà molto fastidio a Mo Mo che è comunque costretta a fargli da guida per il giro del Campus Universitario. Ad ogni angolo ci sono sempre studentesse fans dell’idol che li fermano per foto e complimenti ed alla riservata e schiva ragazza tutto questo non piace particolarmente. La sua antipatia cresce a dismisura quando il ragazzo ha la brillante idea di farle un autografo sulla copertina del volumetto del manga del principe Kashaba che stava leggendo durante la pausa mensa, firma impressa con un pennarello nero indelebile, e per cui non più cancellabile, che la fa sbottare come non mai nei confronti del nuovo arrivato, sino a urlargli dietro che non tutti al mondo lo amano e che è un’idiota.
Mars, ovvero Zhuang Jun Nan, rimane basito dall’odio che la ragazza ha manifestato per lui. Purtroppo sta passando un brutto momento in quanto la sua popolarità è in forte calo e, anche se si comporta da spaccone per non farlo vedere, rimane turbato da quanto accaduto all’Università e teme il suo declino nel mondo dei “famosi”. Non più acclamato dalle folle e richiesto per lavori cospicui e famosi, si vede anche buttar fuori da suo alloggio dalla casa di produzione che preferisce cederlo ad una nuova star esordiente. Il Manager di Jun Nan, Ke Yi Zhi, trova un camera economica da affittare per il ragazzo, in una piccola casetta di periferia che altri non è che la casa di Mo Mo. Chu Chu, che vive da sola con la sorella, ha deciso di aumentare le loro entrate economiche prendendo uno studente come coinquilino, e questo nuovo affittuario è proprio Mars.
Da qui inizierà a svilupparsi la storia di antagonismo e amicizia tra i due ragazzi a cui si aggiungerà l’amico di infanzia di Mo Mo, Wei Jia Sen, capitano della squadra di nuoto dell’Università, con un QI di un bambino di otto anni circa, perennemente innamorato della ragazza.

Commento

Questo drama è stato molto criticato per i bassi ascolti che ha avuto in patria e molta colpa è stata attribuita all’attore protagonista maschile, Jiro Wang, che invece, secondo il mio parere, è stato veramente bravo ad interpretare il famoso ma fragile e tenero idol  dando vita a questo personaggio difficile ed estremamente realistico. Con Rainie Yang formano un’ottima coppia di attori e sono molto ben affiatati .
Il personaggio di Rainie Yang, di difficile interpretazione, è senza dubbio quello che ha un’evoluzione maggiore durane lo svolgimento del drama. Da ragazza quasi autistica riesce, grazie alla sua nuova relazione con il ragazzo, ad uscire dal suo guscio e a vivere la sua vita tra le altre persone relazionandosi con nuova gente. Inizialmente la sua remissività da quasi fastidio , ma con il trascorrere degli episodi si capisce come questo sia necessario per l’evoluzione del suo personaggio.
Mars, su cui ribadisco l’ottima interpretazione di Jiro, è il famoso idol che sta attraversano un momento di crisi lavorativa che lo fa cadere anche in una profonda crisi personale . Al di là del suo lato “pubblico” che mostra al mondo esterno, ne esiste un altro privato, nel quale si può facilmente intuire la sua vera personalità fragile  e bisognosa di approvazione. Incontra Mo Mo ed il suo “mondo” in un momento in cui ha bisogno di rimettere in gioco tutta la sua vita  e questo si rivelerà essere un ottimo aiuto, anche se con i suoi alti e bassi.
Bravissimo anche George Hu  nel ruolo di Jia Sen, anche se come personaggio può risultare molto “fastidioso” la sua interpretazione è molto realistica: la mente di un bambino intrappolata nel corpo di un ragazzo, con desideri, capricci, egoismi  e comportamenti tipici di un ragazzino di otto anni. Non migliore è sua madre che non ha nemmeno la scusa del ritardo mentale per cercare di forzare Mo Mo ed il suo futuro per il bene del figlio.
Un bel drama divertente, tenero e commovente , con un ottimo cast.