YOU'RE BEAUTIFUL

Recensione a cura di Stella

Titolo: 미남이시네요 / Minami Shineyo / You're Beautiful / You're Handsome
Genere: Commedia Romantica
Anno: 2009 - dal 07.10.2009 al 26.11.2009
Episodi: 16 episodi di circa 60 minuti
Casa di produzione: Coreana - SBS

PER PIÙ INFO » DIC Forum - Sito Ufficiale - Drama Wiki
MERCHANDISING » Colonna sonora - DVD

Cast

Cast principale

Park Shin Hye

Go Mi Nyeo / Go Mi Nam

Jang Geun Seok

Hwang Tae Kyeong

Lee Hong Ki

Jeremy


Cast secondario

Jung Yong Hwa

Kang Shin Woo

Uee

Yoo Hee Yi

Kim In Kwon

Ma Hoon Lee

Bae Geu Rin

Sa Yu Ri

Jeong Chan

Presidente Ahn

Choi Su Eun

Wang Go Di

Trama

A causa di un problema di salute alle corde vocali del leader di un famoso gruppo musicale coreano, gli A.N. Jell, il presidente della loro casa discografica cerca un quarto membro che si unisca alla band come supporto al cantante solista. La scelta ricade su Go Mi Nam, ragazzo dalla voce angelica e dall’aspetto un po’ femmineo che ben si adatta all’immagine del gruppo canoro.
Cresciuto in orfanotrofio assieme alla sua sorella gemella, Mi Nam sin da quando era piccolo, ha sempre sognato di diventare un cantante famoso, in modo tale da acquisire abbastanza notorietà da poter ritrovare la madre cantante mai conosciuta. Ma ora che è finalmente arrivato il momento, a causa di un’operazione estetica andata male, è costretto ad andare all’estero per riparare al danno subito e rimanere per un mese in convalescenza.
Il suo manager Ma Hoon Yi, disperato per la situazione che si è venuta a creare, decide di contattare la sorella gemella del ragazzo con l’idea di sostituirla al fratello almeno per la firma del contratto con la casa discografica. La ragazza, Go Mi Nyu, vive ancora nel convento delle suore dell’orfanotrofio dove i due ragazzi sono stati cresciuti sin da quando il padre, compositore musicale, era mancato. E’ una dolce novizia un po’ pasticciona, ma dal cuore grande e dalle buone intenzioni, che ha già prenotato il suo volo aereo per andare a Roma a prendere i voti definitivi. Proprio il giorno in cui sta andando a ritirare il biglietto per il suo prossimo viaggio, si ritrova inseguita da un’auto sopra la quale viaggia Ma Hoon Yi che cerca di parlarle.
Dopo una rocambolesca fuga, il manager riesce finalmente a fermare la ragazza e a parlarle esponendole il problema del fratello maggiore. Se lui non si presenterà per la firma del contratto il suo sogno di diventare famoso e cercare la loro madre andrà perduto per sempre. Preoccupata per il futuro del fratello, Mi Nyu cede alle insistenze del  manager e si traveste da ragazzo per incontrare il Presidente Ahn e firmare il documento. L’incontro viene però interrotto dall’arrivo del leader della band, Hwang Tae Kyung, che trascina con se la ragazza e la porta dentro la sala prove dove, alla presenza degli altri componenti del gruppo, la sfida a cantare un brano per valutare se veramente la sua voce è all’altezza delle loro canzoni. Go Mi Nyu, terrorizzata dalla situazione che si è venuta a creare non sa cosa fare, ma quando capisce che se non riesce a convincere Tae Kyung il sogno del fratello diventerà vano, da brava novizia, intona un canto sacro ed incanta tutti e tre i ragazzi con la sua voce angelica. Riesce così a far accettare il falso Go Mi Nam negli A.N.Jell.
Convinta che tutto sia finito, è pronta a partire per il suo viaggio a Roma, ma il manager Ma Hoon Yi la prega di sostituire il fratello ancora per un mese, poiché questa sarà la durata del periodo di convalescenza di Mi Nam. Mi Nyu, divisa tra la possibilità di aiutare il suo gemello ma dover mentire e la sua partenza per l’Italia con l’inizio di una nuova vita da suora, non sa cosa fare. A fare la scelta finale sarà in realtà il destino, che la farà scontrare con Hwang Tae Kyung in aeroporto e scambiare il suo biglietto d’aereo con l’I-pod del ragazzo. Impossibilitata dal recuperare il suo biglietto senza farsi riconoscere dal ragazzo, finirà con il perdere il volo e decidere di sostituire il fratello per il breve periodo, andando a vivere nel dormitorio assieme agli altri ragazzi della band.
Il finto Go Mi Nam inizierà a conoscere ed imparare ad apprezzare tutti e tre i suoi nuovi coinquilini, anche se la sua indole pasticciona e combina guai, la metterà da subito in conflitto con Hwang Tae Kyung, maniaco della perfezione e dell’igiene. Kang Shin Woo, cercherà di aiutarla sin da subito stando nell’ombra e Jeremy, perplesso da questo nuovo ragazzo così strano, la prenderà di mira con i suoi scherzi da burlone.
E così inizierà la nuova vita della novizia Go Mi Nyu, diventata improvvisamente una star e costretta a vivere a stretto contatto con questi tre bellissimi ragazzi dal carattere l’uno diverso dall’altro, ma tutti ugualmente fantastici.

Commento

You’re Beautiful è un drama che conquista sin dalla prima puntata. Le scene divertenti si amalgamano perfettamente a quelle più serie, dando forma ad una storia fresca, divertente e tenera che ti fa stare con il fiato sospeso sino all’episodio successivo.
La nostra protagonista, recitata da un bravissima Park Shin Hye, è una novizia veramente pasticciona che cerca sempre di fare del suo meglio per aiutare gli altri e fare la cosa “giusta”, ma finisce sempre con il creare problemi e passare la maggior parte del suo tempo a scusarsi per le catastrofi che causa. Poiché è sempre vissuta in convento in compagnia delle suore, non ha grandi esperienze di vita e nel momento in cui inizia a farle, si trova in grandi difficoltà sia dal punto di vista pratico che emotivo. Vessata e minacciata sin da subito da un terribile Hwang Tae Kyung, che inizialmente la odia e cerca di disfarsene in tutti i modi ma poi successivamente l’aiuta a proteggere il suo segreto, impara pian piano a  conoscerlo e a sviluppare sentimenti che non ha mai provato per nessun’altro. Ma la sua fragilità emotiva non le farà riconoscere da subito questo nuovo sentimento convincendola che sia solo un problema di salute fisica risolvibile con una buona idratazione. E così, quando il suo cuore inizia  battere furiosamente in presenza di Tae Kyung, non fa altro che bere acqua sperando che le passi l’improvvisa tachicardia. L’ingenuità e la purezza della nostra protagonista colpisce sin nel profondo e la fa amare sin da subito, anche se a volte è veramente tonta.
Hwang Tae Kyung, un fantastico Jang Geun Seok, leader degli A.N.Jell, bambino triste e solo, abbandonato dalla madre famosa che ha sempre voluto nascondere la loro parentela, è cresciuto freddo, inflessibile e amante dell’ordine e dell’igiene. Non esprime mai i suoi veri sentimenti, è sempre controllato e sprezzante con tutto ciò che gli dà fastidio e Go Mi Nam, pasticcione, disordinato ed imbranato, è in cima a questa lista. Ma anche il duro Tae Kyung, pian piano si farà ammorbidire dalla tenera ragazza infiltrata nella band e inizierà a mostrare la sua vera indole di ragazzo dolce ma chiuso in se stesso a causa di un’infanzia dolorosa. È come la pura, semplice acqua che beve in continuazione, dissetante ed indispensabile.
Kang Shin Woo, interpretato da un bravo Jung Yong Hwa, è il primo a scoprire la vera identità femminile di Go Mi Nam, ma lo tiene nascosto per vedere come si evolve la situazione. Per fortuna aiuta di nascosto come può la ragazza, che altrimenti non riuscirebbe per molto a conservare il suo segreto. Tenero ed accomodante, sempre pronto a dare una mano, la sua bevanda preferita è il tè, dolce, caldo ed aromatico.
Jeremy, un frizzante Lee Hong Ki, è il più giovane del gruppo, brioso, sempre attivo e giocherellone. Capisce sin da subito che nel nuovo arrivato c’è qualcosa di strano, ma non riesce a venirne a capo. Patito della frutta e dei succhi di frutta, come loro ha un carattere fresco ed energizzante, ed un cuore d’oro capace di soffrire di nascosto.
Ai nostri quattro protagonisti ruotano attorno le storie di alti personaggi secondari che approfondiranno i legami del passato e quelli che si verranno a creare in questo nuovo ed imminente futuro.
You’re Beutiful, come già detto, è un drama stupendo, da gustarsi con calma sia per le scene comiche che per il tenero svolgimento della storia e della crescita sentimentale dei protagonisti. Sicuramente un drama da vedere e non perdere.