WINTER SONATA

Recensione a cura di Gnoma

Titolo: 겨울연가 / Gyeoul Yeonga / Winter Sonata / Winter Ballad / Winter Love Song / Endless Love 2
Genere: Sentimentale, Drammatico
Anno: 2002 - dal 14.01.2002 al 19.03.2002
Episodi: 20 episodi di circa 60 minuti
Casa di produzione: Coreana - KBS

PER PIÙ INFO » DIC Forum - Sito Ufficiale - Drama Wiki
MERCHANDISING » Colonna sonora - DVD

Cast

Cast principale

Bae Yong Jun

Kang Jun Sang

Bae Yong Jun

Lee Min Hyung

Choi Ji Woo

Jung Yoo Jin


Cast secondario

Park Yong Ha

Kim Sang Hyuk

Park Sol Mi

Oh Chae Lin

Lee Hye Eun

Gong Jin Sook

Trama

Yu Jin, Sang Hyuk, Chelin, Jin Suk e Yong Kuk sono un gruppetto di amici molto unito e tranquillo, la cui vita trascorre senza particolari novità tra la scuola ed il club radiofonico a cui partecipano. Il punto di rottura sopraggiunge con l'arrivo di Kang Joon Sang, un ragazzo schivo e taciturno dall'atteggiamento indefinibile. L'equilibrio del gruppo viene spezzato dalla curiosità verso il nuovo arrivato: Chelin se ne infatua immediatamente, ma il bel tenebroso sembra legarsi a Yu Jin, scatenando le gelosie di Sang Hyuk, che di fatto è, agli occhi di tutti, il fidanzato della ragazza.
Joon Sang però non è venuto casualmente dagli Stati uniti, in cui viveva con la madre Kang Mi-Hee, pianista molto famosa. Lui è qui per cercare il padre che non ha mai conosciuto perchè ha abbandonato sua madre prima ancora che lui nascesse. Unico indizio, una fotografia di sua madre da giovane insieme a due uomini, con cui pare fosse molto amica. Oltre all'affetto fraterno, sembra che all'epoca si fosse creato una specie di triangolo amoroso non molto chiaro tra i tre compagni di università, ambiguo perché nessuno sa con quale dei due ragazzi ci fosse stato effettivamente del tenero, e perchè proprio da questa misteriosa relazione è nato Joon Sang.
Questi due uomini si scopriranno essere i padri di Sang Hyuk (ai tempi della nascita di Joon Sang già fidanzato con l'attuale moglie) e quello di Yu Jin (ora morto e quindi non "disponibile" per un chiarimento), e questo provocherà nella testa di Joon Sang un caos infernale.
Il ragazzo decide quindi di scappare e tornare in America da sua madre, ma, durante il viaggio che lo conduce all'aeroporto, comprende, come un'improvvisa illuminazione, qualcosa di molto importante, probabilmente proprio quale sia la verità sulla sua nascita. Abbandona il taxi per correre all'appuntamento con Yu Jin; ma prima che anche noi spettatori possiamo sapere quale sia questa scoperta, succede l'irreparabile: Joon Sang viene investito e muore.
Passano 10 anni e la ferita di Yu Jin per la morte del suo primo amore sembra cicatrizzata, ma solo apparentemente, perché ad un passo dal fidanzamento ufficiale con Sang Hyuk fa la sua comparsa il nuovo boyfriend di Chelin, conosciuto in Francia: Lee Min Hyung. Yu Jin crede di avere davanti il fantasma di Joon Sang, perché Mr.Lee ne è davvero la fotocopia, e così 10 anni di dolore accumulato e mai davvero sopito la travolgono come una cascata in piena, mandando in frantumi ogni cosa fosse riuscita a ricostruirsi.
Chi è quell'uomo? Yu Jin ne è attratta solo per rimpiazzare Joon Sang? E cosa aveva capito Joon Sang prima di morire? "Winter Sonata" è come se partisse da questo punto: una storia dolceamara e perennemente pervasa dalle atmosfere invernali, come se la neve volesse ricoprire tutto, anche i ricordi, sia quelli perduti, sia quelli ritrovati.

Commento

Non è affatto facile commentare Winter Sonata... Eh no, perché, premesso che è il mio drama preferito (e quindi è più difficile essere obiettivi), c'è da dire che ha anche un "lieve" difettuccio. Il fatto è che "Winter Sonata" si può amare alla follia pur essendo consapevoli dei suoi limiti; ma allo stesso tempo può risultare indifferente pur ammettendo che sia un piccolo capolavoro. Questa strana contraddizione credo sia da andare a pescare unicamente nella sua sceneggiatura: infatti registicamente, musicalmente, scenograficamente, interpretativamente e in tutti gli altri aspetti della sua realizzazione, la serie è assolutamente impeccabile, una vera opera d'arte; mentre il susseguirsi degli eventi è ai limiti dell'umana pazienza.
Non casualmente la nostra collaboratrice Anneyuu ha ribattezzato il drama come "Winter Sfigata": in 20 puntate, tutti (ma proprio tutti) i momenti in cui i protagonisti si godono i loro (rari) momenti felici... Patapam! Arriva una qualche mazzata più o meno rognosa: o una qualsiasi famiglia che si mette in mezzo, o qualche auto che investe qualcuno, o gli amici che se si strangolassero vicendevolmente coi lacci delle scarpe ci farebbero solo una cortesia, o la protagonista che non riesce a dire una parolina semplice come "vaff@n*ulo" a chi se lo meriterebbe ed è passivissima mentre tutti decidono della sua vita meno chi dovrebbe, o tempeste di neve, o shock psicologici e fisici come se piovessero...e chi più ne ha più ne metta... Un vero dramma!
Ok, io ci rido sopra, ma a dire il vero quanto ci ho frignato sopra a queste esagerazioni! Perché alla fine, con un po' di autoironia, è davvero un drama che ti prende e ti porta dentro di sé: sarà tutta quelle neve, o la voce sexy di Bae Yong Joon, o quella musica così dolce.
Ma chi lo sa... E poi, chi se ne importa... Evviva Winter Sonata.