WHISPER

Recensione a cura di Valinor

Titolo: 귓속말 / Gwitsongmal / Whisper
Genere: Legale, Suspance
Anno: 2017 - dal 27.03.2017 al 23.05.2017
Episodi: 17 episodi di circa 60 minuti
Casa di produzione: Coreana - SBS

PER PIÙ INFO » DIC Forum - Sito Ufficiale - Drama Wiki
MERCHANDISING » DVD

Cast

Cast principale

Lee Bo Young

Shin Young Joo

Lee Sang Yoon

Lee Dong Joon

Kwon Yool

Kang Jung Il


Cast secondario

Park Se Young

Choi Soo Yeon

Kim Gap Soo

Choi Il Hwan

Kim Hong Fa

Kang Yoo Taek

Moon Hee Kyung

Yoon Jung Ok

Kim Hyung Mook

Song Tae Gon

Yoon Joo Hee

Hwang Bo Yeon

Trama

Shin Young Joo è una detective forte e carismatica, una donna tosta che nelle indagini non si ferma davanti a nulla e non ha timore di nessuno. Un giorno, suo padre viene arrestato con l'accusa infamante di aver ucciso un suo collega giornalista, ma lei sa che non è vero. I due uomini stavano indagando sullo studio legale più grande e potente di Corea, il Tae Baek, una specie di Idra dalle cento teste che gestisce - di fatto - la giustizia nel Paese, corrompendo all'occasione, ed eliminando se le bustarelle non bastano. Ma provare tutto ciò è estremamente rischioso, e i due giornalisti lo scoprono sulla loro pelle.
Young Joo si rivolge allora a Lee Dong Joon, avvocato integerrimo che mai ha ceduto a intimidazioni e corruzione, anche perché sarà lui ad emettere il giudizio. Però Dong Joon stavolta è nell'angolo, minacce pesantissime dal Tae Baek lo costringono a falsificare la sentenza, cosa che Young Joo si lega al dito: la farà pagare prima a lui, poi allo studio legale. Ma gli avvenimenti porteranno i due nemici a doversi alleare per sconfiggere quel Moloch, anche perchè di fronte avranno autentici pezzi da 90: Choi Il Hwan, capo del Tae Baek, e Kang Jeong Il, avvocato del team. Un'alleanza difficile e una battaglia senza esclusione di colpi, dove la moralità è messa da parte.
Se vuoi sperare di vincere non puoi restare pulito, devi sporcarti.

Commento

Il drama è un legal-thriller, quindi segue le sue regole: lotte di potere senza quartiere, sgambetti a non finire, denaro a fiumi che sembra poter comprare tutto, affetti e legami che si sfaldano, romance quasi zero. Tutte cose che di solito trovo un po' aride, ma che stavolta mi sono piaciute assai.
La trama procede come uno schiacciasassi, un continuo ping-pong tra i due team in gara, i Buoni e i Cattivi, con vittorie da ambo le parti. Molto appassionante da vedere, non sai mai cosa aspettarti dopo. Che si inventeranno per vincere? E quanto saranno disposti a cadere in basso per farlo?
La storia è molto buona, non perfetta (ogni tanto c'è qualche ingenuità, tipo gente che a volte si scorda di fare copie di documenti importanti), ma poca roba, non ne risente la narrazione. Teoricamente non sarebbe un drama che si distingue dai tanti legal-thriller usciti prima di lui, ma in questo caso c'è una differenza sostanziale: i personaggi e gli ottimi attori.
Sono tutti ben strutturati, si dà spazio alle loro storie, ci si concentra sui loro pensieri e le loro azioni, e diventano vere persone, delle quali vuoi vedere l'epilogo. Anche i Cattivi, anzi forse soprattutto loro, che a tratti sovrastano in interesse i Protagonisti. E poi... Cattivi e Buoni? Divisione poco consona a questo drama.
Infatti i Buoni non mancano di sporcarsi le mani e fare bassezze, mentre i Cattivi svelano anche tratti positivi, o quasi. La coppia "nera" Kang Jeong Il e Choi Soo Yeon mi è piaciuta tanto, forse più della coppia "bianca" Sin Yeong Joo e Lee Dong Joon, perchè cambiano tanto durante il racconto, e mostrano tanto di sé.
In Whisper non troverete second leads che cercano di conquistare sentimentalmente la coppia protagonista, i rapporti tra questi quattro personaggi sono più complessi e ambigui. E sono - alla fine - tutti grigi, non c'è il bianco o il nero, cosa che ho molto apprezzato.
Ottimi anche i comprimari, che poi non lo sono più di tanto, visto quanto screentime (interessante) hanno, non sono bidimemsionali neanche loro, cosa buona e giusta.
Insomma, lo consiglio? Certo che sì, vedere Whisper non è buttare dalla finestra 17 ore, anzi, il tempo vola, e anche il finale è ben fatto, non delude. Lo consiglio a tutti? Forse no, il genere deve piacere. Che la lotta per il Tae Baek, lo studio legale più grande e potente di Corea abbia inizio, e attenti, qui il più pulito ha la rogna!