TIME BETWEEN DOG AND WOLF

Recensione a cura di Misa Ji-hye e Kaory

Titolo: 개와 늑대의 시간 / Time of Dog and Wolf / Time Between Dog and Wolf
Genere: Azione
Anno: 2007 - dal 18.07.2007 al 06.09.2007
Episodi: 16 episodi di circa 60 minuti
Casa di produzione: Coreana - MBC
PER PIÙ INFO » DIC Forum - Sito Ufficiale - Drama Wiki
MERCHANDISING » Colonna sonora - DVD


Cast

Cast principale

Lee Jun Ki

Lee Soo Hyun

Jung Kyoung Ho

Kang Min Ki

Nam Sang Mi

Seo Ji Woo


Cast secondario

Lee Ki Young

Kang Joong Ho

Kim Jung Nan

Yoo Kyung Hwa

Sung Ji Ru

Signor Byun

Kim Kap Su

Jung Hak Soo

Lee Mi Young

Myung Ae

Seo Dong Won

Choi Il Do

Trama

Lee Su Hyun e Kang Min Gi sono due fratelli legati da un profondo affetto: Su Hyun fu adottato dal padre di Min Gi, agente dei NIS Kang Joong Ho, quando da bambino perse la madre - magistrato coreano - uccisa dalla mafia locale tailandese; è un ragazzo abile, intelligente, dedito al lavoro, motivato e con un brillante futuro nella polizia coreana, i NIS. Kang Min Gi, al contrario, è un donnaiolo, poco interessato al lavoro e alla sua mansione.
I due ragazzi, avendo carattere e predisposizioni diverse, dopo il periodo di addestramento, vengono assegnati in sezioni differenti del NIS. Su Hyun al reparto che si occupa delle indagini sui traffici di droga internazionali, mentre Min Gi al reparto delle investigazioni, in un ufficio tra mille documenti da controllare.
Durante una missione di addestramento, Min Gi inizia a corteggiare una bella ragazza. La giovane, Suh Ji Woo, lavora nel campo dell’arte e il ragazzo, fingendosi un grande esperto, attira la sua attenzione riuscendo ad ottenere un appuntamento. Ma il destino interviene: Min Gi, a causa di un imprevisto, non riesce ad andare all’incontro con Ji Woo e, per scusarsi, invia al posto suo il fratello Su Hyun.
Il giovane ed affascinante poliziotto Su Hyun, mentre porge le scuse per il fratello, nota il nome thailandese (Ari) marchiato sull’agenda della ragazza e comprende chi sia veramente la donna accanto a lui. Così, dopo averla chiamata con il suo nome thailandese, il giovane la saluta in lingua thai. Ji Woo, dopo un primo momento di confusione, riconosce in quel ragazzo il suo vecchio amico d’infanzia e con un sorriso in cui trapela tutta la sua gioia, ricambia il saluto nella stessa lingua. Su Hyun e Ji Woo infatti si erano incontrati tanti anni prima in Thailandia quando ancora erano bambini ed avevano trascorso momenti felici assieme prima di separarsi improvvisamente.
Nonostante abbia ritrovato l’amica, il nostro protagonista rimane sempre fermo nel suo obiettivo: ritrovare l’uomo che uccise di fronte ai suoi occhi la madre in Thailandia quando era ancora bambino. Proprio durante una delicata missione, il ragazzo si trova casualmente davanti l’assassino di sua madre: a quel punto la vendetta di Su Hyun ha il sopravvento.
Su Hyung deciderà di intraprendere una nuova vita piena di pericoli ed insidie per ottenere la propria vendetta, mentre il giovane Min Gi maturerà e farà carriera nei NIS, cambiando totalmente i suoi obiettivi di vita.

Curiosità

Il drama è ha ricevuto molti premi agli MBC Awards del 2007: premiato il suo protagonista, Lee Jun Ki con l'Excellence Acting Award, premiata Nam Sang Mi con gli award Most Popular Actress e Excellence Acting Award, premiato anche il drama con il Most Popular Award. Visto il successo del drama, la cui trama è stata scritta da Han Ji Hoon e Yoo Young Jae, è stato tratto un fumetto coreano (manhwa), dal titolo Time Of Dog And Wolf 개와 늑대의 시간.
L'attore Lee Jun Ki ha spiegato nel suo blog il significato del titolo del drama: "Cos'è il tempo tra cane e lupo? Secondo i francesi, durante un giorno c'è un punto che chiamano “Tempo del cane e del lupo” (heure entre chien et loup). Durante il tramonto, quando inizia a fare buio. Quel momento in cui non si riconosce la differenza tra un lupo o un cane se guardi la sua sagoma. Questo momento non è più giorno, ma non è neanche ancora notte. Non è giorno perchè la luce è troppo debole e non è notte perchè non sarebbe possibile identificare la sagoma di un oggetto. Sotto queste circostanze, la transizione tra luce e oscurità è conosciuta come "The Unknown Time". Questo è il cane e il lupo, la battaglia tra luce e oscurità, il tempo dove la differenza tra illusione e realtà sta al centro di una linea sottile.

Commento

Fin dalle prime scene del drama si comprende cosa andremo a vedere: una storia intricata e ricca di azione, piena di suspense ma anche di sentimenti e passioni che uniranno e divideranno i vari personaggi della storia.
La trama ruota attorno al personaggio Lee Su Hyun, interpretato magistralmente da Lee Jun Ki che, nella mia personale classifica degli attori coreani, è stato consacrato tra gli attori più bravi, versatili e dotati di talento.
Ora dolce e gentile, ora scontroso e violento, ora deciso e forte, ora solo e abbandonato, un uomo intelligente e capace ma pieno di odio e vendetta, così determinato nel suo scopo da rinunciare a tutti i suoi affettiLee Jun Ki ci mostra tutte le sfaccettaure di un personaggio contorto, difficile, sfortunato ma sempre così pieno di energia e forza per andare avanti. Nel corso della storia infatti, tanta è la forza che Su Hyun deve avere per decidere se continuare a lottare o lasciare tutto.
Tutta la sua rabbia, la sua voglia di vendetta, la sua instabilità mentale, dovuta al trauma subìto in passato, sono perfettamente trasmesse dall'attore che per tutte le 16 puntate è stato un impeccabile Su Hyun, un ragazzo per cui si si prova affetto e ammirazione per le sue sventure e per la sua forza di volontà. Sicuramente alcune scelte del personaggio sono discutibili ma a mio parere gli sceneggiatori hanno voluto sottolineare il carattere forte, pronto a sacrificare tutto di sé stesso per il suo obiettivo, senza nessun aiuto esterno, senza nessun coinvolgimento che possa portare in pericolo le persone a cui tiene.
Ma il drama non è stato un grande successo solo per la splendida interpretazione di Lee Jun Ki, tanti altri sono in fattori che ne hanno determinato la popolarità. Uno in particolare, a mio parere, è la sceneggiatura, scritta da Han Ji Hoon e Yoo Young Jae: di grande impatto, intrigata, intessuta di relazioni, sempre precisa e diretta. Il rapporto così intenso tra i due fratelli, il filo del destino che lega i personaggi, ogni elemento è un pezzo di puzzle perfettamente incastrato, a cominciare dal titolo, che dipinge (non a caso è anche il titolo di un dipinto) quella zona d'ombra tra i rapporti umani e gli individui stessi in cui tutto è sfumato, persino il bene e il male. Azione incalzante, sentimenti d'amore e di affetto familiare, odi e desideri di vendetta come i drama coreani ci insegnano. Una storia che "incolla" allo schermo perchè mai si comprende dove andrà a parare, qualche sarà la scelta e il destino dei nostri protagonisti.
Altro grande punto di forza è la regia: ottima, impeccabile nelle forti scene di azione all'aperto (sulle navi, nel porto - beh! La scena iniziale è spettacolare!!) o nella penombra (nelle bettole della malavita dove le pistole sono all'ordine del giorno).