SNOW IN AUGUST

Recensione a cura di Misa Ji-hye e Indi84

Titolo: 8월에 내리는 눈 / Snow in August / Snow / Snow that Falls in August
Genere: Drammatico, Sentimentale
Anno: 2007 - dal 15.06.2007 al 17.08.2007
Episodi: 20 episodi di circa 60 minuti
Casa di produzione: Coreana - SBS
PER PIÙ INFO » DIC Forum - Sito Ufficiale - Drama Wiki
MERCHANDISING » Colonna sonora - DVD


Cast

Cast principale

Jo Dong Hyuk

Han Dong Woo

Choo Sang Mi

Oh Ban Suk


Lee Do Il

Han Bo Ram

Park Tam Hee

Kang Mi Soo

Yoo Tae Joon

Oh Jong Hyuk


Cast secondario

Choi Joon Yong

Na Wang Bae

Lee Yun Joo

Baek Hong Hee

Kim Ji Young

Sun Goo Ja

Trama

Oh Ban Suk è una 33enne divorziata con un triste passato alle spalle: tutto accadde in una serata piovosa di tre anni prima.
Convinta dalla sorella a sorprendere in flagrante il marito con l'amante per poterlo denunciare di tradimento, Ban Suk, nervosa ed agitata, uscì di casa lasciando a dormire suo figlio Da Bin, diretta verso l’hotel dove la sorella aveva visto più volte il cognato e la sua amante.
Quello stesso giorno il giovane Han Don Woo, che lavorava con un camioncino, tornò a casa trovando soltanto il figlio Bo Ram di soli pochi mesi, infatti a causa dell'ennesima visita di Na Wang Bae (il marito di Ban Suk che di professione faceva lo strozzino), la sua compagna era fuggita lasciando il bambino da solo e con la febbre alta.
Finalmente quella sera Oh Ban Suk sorprese il marito con l'amante in una stanza dell'hotel ed intanto, mentre il temporale peggiorava, Da Bin, svegliatosi per la paura dei tuoni, si mise alla disperata ricerca della mamma riuscendo ad uscire di casa e vagabondando solo per la città sotto la pioggia battente. Negli stessi istanti in cui Don Woo vagava con il suo furgoncino alla disperata ricerca di una farmacia aperta, il piccolo Da Bin venne investito da un automobilista del tutto ignaro di ciò che aveva appena commesso.
Poco dopo Da Bin, nonostante la corsa all’ospedale e i disperati tentativi dei medici, morì. Ban Suk non potette credere a quanto accaduto: in una notte aveva perso tutto, il marito e soprattutto il suo adorato figlio, morto senza riuscire a scoprire chi l'avesse investito. In queste condizioni, Ban Suk si disperò per giorni, mentre Wang Bae, nonostante fosse sconvolto per la morte del figlio, rimase fermo nella sua idea di lasciare la moglie per andare a vivere con l'amante Baek Hong Hee.
Ban Suk, caduta in totale disperazione, decise di ritirare la sua denuncia contro il marito e poco dopo venne rinchiusa in una clinica per curarsi dallo shock subito.
Tre anni dopo quei tragici eventi, Ban Suk non può cancellare la tristezza per la perdita del figlio ma è decisa nel rifarsi una vita, lontano dal marito e da quella donna con cui oramai vive; il suo più grande desiderio è tornare nella casa in cui aveva vissuto con Da Bin, ma scopre che suo marito ha venduto l'appartamento su richiesta della perfida Hong Hee.
La giovane donna sceglie così di vivere in un semplice condominio, ma nello stesso quartiere (Mapo-gu) dove aveva vissuto fino a tre anni prima e nel quale troverà come vicino di casa, il giovane e aitante 27enne Han Don Woo con il suo dolce figlio di quattro anni Han Bo Ram. I due, nonostante la differenza di età, inizieranno ad avvicinarsi sempre di più in quanto entrambi lavorano nella stessa palestra non lontano da casa loro (lui come istruttore e lei come donna delle pulizie), ma soprattutto grazie alla presenza di Bo Ram (in cui la donna rivede il figlio defunto) e al carattere solare dell’uomo.
Intanto il fratello di Ban Suk, Oh Jong Hyuk, diventato magistrato come era nelle sue aspirazioni giovanili, è deciso a riaprire il caso di omicidio del nipote e proseguire le indagini, convinto che si scoprirà il vero assassino, mai finora individuato. L'unico indizio che ha nelle mani è una collanina d'oro con ciondolo trovata sul luogo dell'omicidio. L'uomo poco dopo intreccia una relazione con la giovane, ricca e silenziosa Kang Mi Soo, orafa di professione, che sembra avere un misterioso passato e che casualmente è la figlia del capo di Jong Hyuk.

Commento

Snow in August è un drama classico coreano, in cui il "Korean Style" tipico di queste serie è portato all'ennesima potenza: la tristezza di una tragedia come la perdita di un figlio è sicuramente il tema principale della storia, ma in gioco ci sono anche i più comuni sentimenti umani: l'amore, la vendetta, l'odio, l'amicizia. Quello che però rende diverso questo drama è un particolare (e alquanto improbabile) intreccio che i protagonisti hanno tra loro. Un intreccio complicato e stretto, un vortice di sentimenti che, loro malgrado, li unisce e li divide.
Oh Ban Suk è sposata con un uomo violento e aggressivo, Na Wang Bae, che è lo strozzino di Han Dang Woo, causa della fuga della sua compagna Ma Dong Woo e Ban Suk, ignari di questo iniziano a frequentarsi e contemporaneamente anche il fratello della protagonista, l'integerrimo magistrato Oh Jong Hyuk, frequenta e si innamora di Min So, ignaro del suo misterioso passato che la lega a Dang Woo.
Oh Ban Suk non voleva perdere tutto, nonostante la sorella le mettesse davanti la realtà di un marito che la tradiva, non l'amava e la trattava male, lei non voleva e pregava l'amante di lasciarli l'uomo. Lo faceva perchè era l'ultimo appiglio di una vita "normale" come hanno tutti, una vita apparentemente serena per il suo adorato figlio. La tragedia cambia la nostra protagonista, il suo sorriso non sarà più lo stesso, ma nel contempo è capace di ricominciare la vita sola, tra il chiacchierio della gente e le critiche, cercando di stare lontano dalle persone che nel passato le hanno fatto male, ma purtroppo questo vortice non glielo permetterà. Dang Woo può essere il futuro per Ban Suk: all'inizio lei stessa all'inizio non vuole rendersene conto ma il sorriso e la dolcezza del ragazzo la coinvolgeranno molto lentamente anche se il merito maggiore andrà a Bo Ram, un bimbo dolce, gentile e bisognoso di affetto.
Ma il loro sorriso potrà durare?
Don Woo è un ragazzo meraviglioso: un giovane padre dolcissimo con il figlio, che lo ha cresciuto da solo per 4 anni, un pessimo casalingo (bellissime le scene in cui tenta di cucinare per il figlio il quale lo osserva con sguardo oramai rassegnato), un apparente dongiovanni anche con donne anche più vecchie di lui, che però crede nella famiglia, nel vero amore e nel futuro.
Ma Dang Woo vuole anche vendetta per quanto subito in passato da Na Wang Bae e assieme a Ban Suk ora può attuare il suo piano. Ma il ragazzo può permettersi la vendetta?
Personalmente mi sono trovata coinvolta in questo intreccio, sempre più desiderosa di capire come sarebbe stato risolto: "tutti i nodi verranno al pettine?", "Oh Ban Suk troverà pace e serenità?", "Si scoprirà il vero assassino di Da Bin?"
Altro importante personaggio è Baek Hong Hee che rappresenta la perfetta amante: bella ed elegante, sexy e perfida, i suoi gesti, i suoi atteggiamenti e le sue parole sono ora pesanti, insopportabili ora così penosi ed eccessivi; sono quelli di una donna disperata che è caduta nella trappola dell'amore come una perfetta ingenua e non vuole perdere. Il personaggio di Na Wang Bae è "tipico", conosco l'attore che lo ha interpretato dai tempi di Dating Now e la sua recitazione non è cambiata molto, anche in questo caso interpreta un personaggio un po' pazzoide, isterico ed aggressivo; ha il ruolo del pessimo marito, dell'ottimo amante nel soddisfare i desideri della donna che ama senza rendersi conto veramente di cosa stia accadendo ai sentimenti della donna, e accorgendosi troppo tardi dei sui ripetuti errori che non gli permetteranno più di essere felice.
I personaggi che ho trovato caratterizzati peggio sono Oh Jong Hyuk e Kang Min So. Il primo appare come un uomo che non sa esprimere i suoi sentimenti, che non si accorge di chi ha veramente accanto, un ingenuo, un personaggio un po' banale a mio parere; la seconda perchè interpreta un personaggio poco reale e forse superfluo: da una parte rimpiange terribilmente il gesto infantile di essere scappata davanti ad una vita molto più grande di lei, ad una paura che non poteva o voleva affrontare, dall'altra non sembra affatto cresciuta dopo anni, ancora sfuggente e ragazzina come se in questo tempo non fosse maturata. Anche se hanno parte attiva nella storia, ho come l'impressione che questi due personaggi si sarebbero potuti anche eliminare, evitando di aggiungere alla tragedia della storia dei protagonisti, altra tragedia.
Nel drama i momenti più leggeri e divertenti che deliziano lo spettatore in molte puntate sono sempre alternati alla cruda realtà. Lo spettatore sa che qualcosa deve accadere, il passato deve venire a galla e quando questo avverrà sarà dura non versare lacrime.
Il destino farà incrociare le vite di queste sei persone, perchè ognuno dovrà pagare i suoi debiti, perchè ognuno dovrà soffrire per gli errori commessi, perchè ognuno dovrà trovare la sua strada e cercare di credere ad un futuro diverso... l'intreccio deve risolversi.
Tutto potrà accadere, come la neve in Agosto.