MY GIRL

Recensione a cura di Lali

Titolo: 마이걸 / Ma-i-geol / My Girl
Genere: Commedia Romantica
Anno: 2005 - dal 14.12.2005 al 02.02.2006
Episodi: 16 episodi di circa 60 minuti
Casa di produzione: Coreana - SBS

PER PIÙ INFO » DIC Forum - Sito Ufficiale - Drama Wiki
MERCHANDISING » Colonna sonora - DVD

Cast

Cast principale

Lee Dong Wook

Sol Gong Chan

Lee Da Hae

Joo Yoo Rin

Lee Jun Ki

Seo Jung Woo


Cast secondario

Park Si Yeon

Kim Seo Hyun

Jo Kye Hyung

Ahn Jin Kyu

Hwang Bo Ra

Ahn Jin Sim

Trama

Yoo Rin è una ragazza molto indipendente che fa la guida turistica a tempo perso per guadagnare da vivere per lei e per suo padre, un incallito giocatore d'azzardo. Suo padre è la causa dell'inizio dei suoi problemi: un giorno infatti, perdendo una scommessa ai cavalli, si vede costretto a scappar via e a nascondersi, senza dire niente a nessuno...neanche alla figlia. Gli strozzini però, non trovando l'uomo iniziano ad inseguire la figlia, la qualche, grazie alla sua agilità e alle sue grandi doti recitative, riesce a scappare sempre.
Un pomeriggio, proprio mentre sta scappando, viene quasi investita da Gong Chan, un ragazzo ricco e affascinante proprietario di alberghi e case. Yoo Rin non si lascia sfuggire l'occasione per arraffarsi dei soldi facili, e finge di svenire. Il ragazzo la porta all'ospedale da dove lei però scappa a causa degli uomini che la stanno ancora inseguendo, dimenticando la borsa.
Gong Chan riceve la borsa dall'ospedale e si mette in contatto con Yoo Rin, che non si fa ripetere due volte di andare da lui. In un primo momento, lei gli chiede dei soldi per l'incidente, ma poi vedendo che non riesce a cavare un ragno dal buco, s'inventa una storia e cerca di scappare. Il caso vuole che Gong Chan necessita di una guida turistica che sappia parlare cinese, così la assume facendo una bella figura con i clienti.
Una volta finito il suo lavoro, Yoo Rin finge di andarsene, ma in realtà si sofferma qualche giorno nella villa disabitata di Gong Chan rubando anche qualche mandarino...diciamo chili di mandarini per tentare di venderli per strada, tanto per arrotondare...Gong Chan accortosi per puro caso della ragazza, la tratta in malo modo, ma poi sentendosi in colpa le offre i soldi per raggiungere suo padre, che nel frattempo è scappato a Seoul.
Prima di partire dall'isola in cui abita da molti anni la ragazza ha ancora un brutto incontro con gli aguzzini, che cercano in lungo e in largo lei e suo padre, ma un bellissimo ragazzo, Jung Woo, accorre in suo aiuto, combattendo con gli uomini.
Yoo Rin si reca a Seoul, ma per lei la vita non è facile. Gong Chan intanto, tornato anche lui a Seoul, va a trovare spesso suo nonno in ospedale, moribondo. L'ultima volontà del nonno è quella di rincontrare per l'ultima volta sua nipote, che non aveva mai conosciuto, perché aveva cacciato la figlia di casa. Gong Chan vedendo il nonno stare tanto male, propone a Yoo Rin di fingersi sua cugina per incontrarlo, prima che muoia. La ragazza accetta, ma non senza ingoiare un sacco di rimorsi di coscienza.
Le cose però non vanno come i nostri protagonisti si sarebbero aspettati: infatti, il nonno, dopo aver conosciuto la nipotina, inizia a stare improvvisamente bene e per Yoo Rin e Gong Chan la finzione deve continuare, ma non sarà facile tenerlo nascosto, soprattutto quando in campo entra un'altra concorrente, Seo Hyun, l'ex-ragazza di Gong Chan; la più famosa tennista della Corea, che aveva lasciato il ragazzo per concentrarsi solo sulla carriera.

Commento

Yoo Rin è una ragazza molto indipendente e vivace; capace di sorridere ai problemi anche quando sono molto più grandi di lei, e per questo l'ammiro molto, mi sembra la persona che vorrei diventare. Forse è un po' infantile, forse è un po' ingenua o forse è solo un po' stupida (nel senso buono), però riesce a trovare dentro di sé una forza che molti non sanno neanche di poter usare. Inoltre, ha delle espressioni buffe oltre ogni limite, come quando per esempio viene colta con le mani nel sacco o inizia a sognare ad occhi aperti...per questo dobbiamo complimentarci con l'attrice. Il personaggio interpretato da Lee Doon Wook (Gong Chan) non mi è piaciuto molto, dolce con la nostra Yoo Rin ancge se un po' troppo tardo. In ogni caso mi è piaciuto di più il personaggio che Lee Joon Ki ha interpretato, Jung Woo; possiede il fascino del mistero e del playboy, ma come ci si può aspettare anche lui sa essere dolce.
In ogni caso a parer mio l'attrice con cui bisogna complimentarsi di più è Park Si Yeon, perché all'inizio non rendeva tanto il suo personaggio, sembrava un po' insipido, invece successivamente il suo personaggio è diventato accattivante e anche commovente. Diciamo che dalla prima alla seconda parte della storia, ha fatto un salto di qualità per quanto riguarda la recitazione.
La storia in sé non è troppo originale, ma neanche così vista e rivista da metterla da parte, anzi tutt'altro. Parti divertenti si alternano con equilibrio a parti un pochino tristi, e questo ha reso la storia piacevolmente scorrevole; con le storie dei nostri quattro protagonisti, s'intrecciano quelle degli zii di Gong Chan e degli amici di Yoo Rin, che che riescono a raffinare un già bel drama.
In conclusione, questo drama è fatto per chi vuol ridere. Soprattutto nella prima parte, le scene sono comiche e spassosissime, la storia, infatti, si apre con Yoo Rin che per non far perdere l'aereo ai suoi clienti, inscena in aeroporto una piccola commedia. Ed è proprio lì che incontra per la prima volta Gong Chan: lei si attacca al sedile dell'aereo dove lui è seduto, urlando il nome di qualcuno che non esiste. Fa addirittura fermare un aereo!! È un'attrice nata. Vi consiglio vivamente di seguire tutta la storia.