CINDERELLA'S SISTER

Recensione a cura di Aya

Titolo: 신데렐라 언니 / Cinderella Unni / Cinderella's Sister / Cinderella's Stepsister / A Modern Story of Revenge
Genere: Romantico, Drammatico
Anno: 2010 - dal 31.03.2010 al 03.06.2010
Episodi: 20 episodi di circa 60 minuti
Casa di produzione: Coreana - KBS2
PER PIÙ INFO » DIC Forum - Sito Ufficiale - Drama Wiki
MERCHANDISING » Colonna sonora - DVD


Cast

Moon Geun Young

Song Eun Ju

TaecYeon

Han Jeong Woo

Chun Jung Myung

Hong Ki Hoon

Seo Woo

Ku Hyo Seon

Lee Mi Suk

Song Kang Suk

Kim Kap Su

Ku Dae Sung

Trama

Song Eun Jo è una ragazza di 18 anni che dalla vita non ha mai ottenuto nulla. Non ha mai avuto una vera famiglia per via di sua madre, Song Kang Sook, donna che cambia uomo di continuo. Per via delle continue delusioni, Eun Jo è chiusa in se stessa, erige un muro verso chiunque, è maleducata e fredda, a causa anche di un abuso sessuale che ha subìto in passato da uno degli uomini di sua madre. Ora vive a casa dell’ennesimo amante della madre, Jang Taek Gun, il quale ha un figliastro, Han Jung Woo, più piccolo di Eun Jo di alcuni anni ed innamorato di lei. Dopo l’ennesima litigata fra la madre e il suo amante, che la picchia di continuo, Eun Jo costringe la madre a scappare, dopo aver derubato Jang Taek Gun di un anello prezioso. In treno, cercando di sfuggire ai gangster mandati dall’uomo a riprenderle, Eun Jo si imbatte in Goo Hyo Seon, una diciassettenne in gita scolastica, e le affida l’anello rubato, in modo che non torni nelle mani di Jang Taek Gun, con la promessa di tornare a riprenderselo a casa sua. Alcuni giorni dopo, Song Kang Sook, va al posto di Eun Jo a recuperare l’anello a casa di Goo Hyo Seon, che si scopre essere una ragazza ingenua, ricca, viziata ed amata da tutti. Hyo Seon non ha madre (morta quando lei aveva 6 anni) e vive con il padre; non appena vede Song Kang Sook, ne rimane affascinata poiché le ricorda la defunta madre, ed è decisa a farla diventare la sua matrigna, facendola incontrare al padre, Goo Dae Sung. Anche quest’ultimo rivede la defunta moglie in Kang Sook, la quale sfrutta la situazione e si trattiene per giorni a casa dei due. Hyo Seon è innamorata da sempre di Hong Ki Hoon, un ragazzo sui 20 anni, con molti segreti e problemi di famiglia, scappato di casa e che ora lavora per Goo Dae Sung. Intanto, Kang Sook riesce a far breccia nel cuore del padre di Hyo Seon, il quale le impedisce di ripartire promettendole che avrebbe pensato lui a risolvere la faccenda con il suo, ormai, ex-amante. Nel frattempo, Eun Jo, credendo che la madre l’abbia abbandonata, è risoluta ad andarsene sentendosi finalmente libera, ma si ritrova davanti lo zio di Hyo Seon e Ki Hoon, che sono venuti a prenderla per portarla nella sua nuova casa. Cerca di scappare ma Ki Hoon la rincorre e riesce a fermarla, convincendola a seguirlo. Per Ki Hoon è amore a prima vista.
Arrivata nella sua nuova casa, conosce il patrigno e la sua nuova sorella, la quale sembra riuscir ad ottenere qualunque cosa, persino l’affetto della madre, cosa che ad Eun Jo non va affatto giù.
Ma le cose sono veramente come sembrano?
Eun Jo dovrà quindi ambientarsi in questa nuova famiglia, composta da persone che le sembrano troppo buone e che cercherà di tenere alla larga il più possibile, ferendole, senza però riuscire a fare lo stesso con Ki Hoon, che la segue ovunque con insistenza, al quale si affezzionerà sempre di più finendo inconsciamente per innamorarsene. Ma proprio quando inizia a rendersi conto di ciò che prova nei suoi confronti, Ki Hoon se ne va, senza neppure salutarla.8 anni, Eun Jo è ora una donna in carriera e nella sua vita riappare Han Jung Woo, ora cresciuto e che sembra non averla dimenticata; ma proprio nello stesso periodo anche Ki Hoon fa ritorno, però sembra essere cambiato.

Commento

Come presumibile dal titolo, Cinderella’s Sister narra la storia della sorellastra di Cenerentola, ovvero Eun Jo. Quest’ultima, a mio parere, è una delle più belle protagoniste che si siano mai viste in un drama, questo perché è molto diversa dalle altre. Di solito le protagoniste dei drama sono ragazze come Hyo Seon, ma in questo caso c’è appunto il fattore novità con Eun Jo, che può piacere come può non piacere. Penso che Eun Jo rappresenti un sacco di ragazze al mondo che hanno appunto la difficoltà di esprimere i propri sentimenti. Lei ha ricevuto tante batoste nella vita, non riesce più a fidarsi di nessuno e non vuole fidarsi, così erige un muro verso chi la circonda passando per una ragazza insensibile e stronza, quando dentro sé, in realtà, è l’esatto contrario e ciò che desidera di più è essere amata e amare, nonostante non ne sia capace. È un po’ una contraddizione, tutto ciò che dice è l’esatto contrario di ciò che pensa. Può sembrare cattiva ma non lo è per niente, e ciò viene dimostrato da vari fatti nel corso del drama. Comunque sia, Eun Jo col passare degli anni cambierà, di poco ma lo farà, imparando il significato della parola “amore”. Abbiamo poi Hyo Seon, ovvero Cenerentola.
Lei è la solita ragazza principale che di solito vediamo nei drama, solo che stavolta non è la protagonista, ma ricopre comunque un ruolo importante. Hyo Seon è infantile, ingenua, viziata ed ottiene tutto ciò che vuole. Riesce a farsi amare da chiunque la circondi, questo perché lei è la prima ad amare chiunque. Poi nella sua vita compare Eun Jo, che le stravolge l’esistenza, facendole rendere conto che il mondo non è tutto rose e fiori come lei crede. Hyo Seon sin da subito rimane affascinata da Eun Jo, la ammira, la segue ovunque, la vede come un’eroina da imitare, il problema è che loro due sono troppo diverse, nessuna delle due comprende l’altra e per questo Eun Jo finisce per respingere l’affetto mostrato sin dal primo momento da Hyo Seon, mentre quest’ultima dopo esser stata respinta inizia a provare rancore verso la sua sorellastra, nonostante dentro di sé voglia solo essere accettata e volerle bene. Durante il corso del drama anche Hyo Seon subirà un profondo cambiamento, da ragazzina buona e gentile aprirà gli occhi tirando fuori il carattere. Abbiamo poi Kang Sook, madre di Eun Jo e matrigna di Hyo Seon. Lei dovrebbe essere il personaggio negativo del drama, colei che ha reso l’esistenza di Eun Jo un inferno. È colpa sua se sua figlia non riesce a vivere come vorrebbe, è colpa sua di molte cose. Kang Sook è egoista, dice di agire per il bene di sua figlia, ma non si rende conto che peggiora solo le cose ogni decisione prenda. Nonostante ciò, non riesce a farsi odiare. A volte per la sua ingenuità, a volte per la sua avidità, si rende quasi simpatica allo spettatore. L’importante è che anche lei alla fine si renda conto veramente di ciò che ha fatto, degli innumerevoli sbagli che ha commesso nella sua vita e di volergli porre rimedio.
Poi c’è Ki Hoon, che non è il principe azzurro. Ricordatevi che non è la storia di Cenerentola, ma della sua sorellastra. Ki Hoon è un ragazzo con un doloroso passato alle spalle, legato alla morte di sua madre; come Eun Jo ha un disperato bisogno di amare e di essere amato, nonostante abbia ricevuto svariate delusioni dalla vita. All’inizio può sembrare un sempliciotto, ma poi scopriamo che sotto quella maschera si nasconde molto di più. Conosce Eun Jo e si rende conto di quanto lei gli assomigli, se ne innamora a prima vista. Un amore quasi morboso, la desidera come nessun altro e per questo persevera nel voler entrare nel suo cuore, riuscendoci. Nonostante la ami così tanto, finisce per infliggerle la più grande delle delusioni, abbandonandola dopo che lei iniziava finalmente, dopo tanto tempo, a fidarsi di qualcuno. Quando torna, 8 anni dopo, è diverso. Non sorride più e prova rancore. Lo stesso Eun Jo. Ma entrambi sono vittima di un enorme malinteso, a causa di Hyo Seon. Qui vediamo l’altro lato di Ki Hoon, che soffre quanto un peccatore all’inferno e sarà destinato a soffrire ancora di più e a desiderare Eun Jo senza purtroppo far nulla per averla.
Abbiamo poi Jung Woo, che sin da piccolo ama Eun Jo ed ha sempre voluto ritrovarla dopo che lei se n’è andata con la madre 8 anni prima. È ora cresciuto e molto cambiato, ed ha finalmente rintracciato Eun Jo, presentandosi a lei come nuovo lavoratore. Jung Woo è il classico bravo ragazzo presente in ogni drama che si rispetti, un po’ l’angelo custode di Eun Jo, c’è sempre per proteggerla e darle conforto ma non otterrà mai l’amore da Eun Jo.
Ed infine abbiamo Dae Sung, padre di Hyo Seon e patrigno di Eun Jo. Dopo la partenza di Ki Hoon, Dae Sung riuscirà a far breccia nel cuore di Eun Jo, diventando l’unico motivo per cui Eun Jo rimane in quella casa. Personaggio molto positivo del drama, gioca un ruolo fondamentale nelle vite di tutti gli altri.
Questo drama è a mio parere un MUST, se siete appassionati di drama coreani non potete assolutamente saltarlo. Per tutta la durata del drama sembra di essere immersi in una fiaba, grazie anche alla fantastica colonna sonora che sembra essere quasi un prodotto della Disney. Soprattutto nei primi episodi, si ha proprio la sensazione di favola, poi con lo sbalzo temporale e il passare degli episodi il drama assume una piega più profonda, la sofferenza dei personaggi si fa sempre più pesante fino ad arrivare al culmine e questo può essere visto in alcuni casi come un punto a sfavore. C’è tantissimo angst. Quindi se ne siete amanti, è altamente raccomandato.
Altri punti a sfavore del drama sono la sceneggiatura e le scenografie, entrambi monotoni, però vale la pena vederlo per tutto il resto, soprattutto per i personaggi, scavati ed analizzati a fondo come non mai, e la recitazione degli attori che è d’altissimo livello. Moon Geun Young, che interpreta Eun Jo, è da sempre considerata una delle stelle della Corea, e con questo drama cambia la sua finora reputazione di ragazza dolce e carina interpretando un personaggio diverso dai suoi soliti e riuscendo benissimo nell’intento. Bravissima attrice, qui soprattutto eccezionale. Chun Jung Myung, dopo una lenta partenza (è il suo primo drama dopo esser tornato dal militare), si riprende in modo perfetto interpretando egregiamente Ki Hoon; lo stesso vale per Seo Woo, criticata molto all’inizio per via della sua recitazione, ma con il cambiamento del personaggio cambia anche il suo modo di recitare che migliora moltissimo. Per quanto riguarda invece Taecyeon, che interpreta Jung Woo, anche lui è stato molto acclamato in patria, nonostante sia il suo debutto in campo recitativo, è riuscito ad interpretare benissimo il suo personaggio. Bravissimi anche Lee Mi Sook e Kim Gab Soo, lodati entrambi molto in Corea. Insomma drama consigliatissimo, che può piacere come non può piacere. Annoiare come può appassionare, ma sicuramente da provare!