ALL IN

Recensione a cura di Misa Ji-hye e Tosca

Titolo: 올인 / All In
Genere: drammatico romantico, crimine
Anno: 2003 - dal 05.01.2003 al 03.04.2003
Episodi: 24 episodi di circa 60 minuti
Casa di produzione: Coreana - SBS

PER PIÙ INFO » DIC Forum - Sito Ufficiale - Drama Wiki
MERCHANDISING » Colonna sonora

Cast

Lee Byung Hun

Kim In Ha

Ji Sung

Jung Won

Song Hye Kyo

Min Soo Yeon / Angela

Park Sol Mi

Suh Jin Hee

Hu Joon Ho

Yoo Jong-goo

Lee Duck Hwa

Choi Do-hwan

Trama

Kim Hi Na è un ragazzo cresciuto tra bische clandestine e giochi d'azzardo, spostandosi da un luogo all'altro della Corea in una vita raminga allevato dallo zio materno, Kim Chi-soo. Avendo sempre conosciuto sin da bambino il mondo della scommessa e dell'azzardo, è arrivato ad essere un profondo conoscitore delle carte e della psicologia di chi siede ad un tavolo da gioco. Povero e senza particolari qualità, l'unico talento di Hi Na è sempre stato e sempre sarà, l'abilità nelle carte.
Un giorno, di ritorno dall'ennesimo incontro d'azzardo clandestino, Hi Na e suo zio, in treno, conoscono una giovane ragazza, Min Soo Yeon. La giovane non ha una buona impressione dei due uomini, ma l'incontro tra i due giovani segnerà per sempre una svolta nel loro destino. Tornati in città, Hi Na e Soo Yeon si rincontrano al cinema (dove Hi Na si reca di solito e dove lavora il padre di Soo-yeon) e pian piano i due ragazzi diventano amici. Nello stesso periodo, rientrato da poco a scuola, Hi Na stringe una buona amicizia con Choi Jung Won, un ragazzo brillante negli studi e di buona famiglia.
Un giorno, al cinema, Hi Na e Jung Won assistono ad un'aggressione al padre di Soo Yeon da parte di una banda di gangster di quartiere. I due ragazzi si precipitano in soccorso di Soo Yeon avendo la meglio sugli aggressori, ma il loro intervento non sarà privo di conseguenze, inaugurando una infausta inimicizia tra Hi Na e Da Soo (il fratello minore del capo della banda). Infatti il fratello di Da-soo viene a conoscenza della straordinaria abilità nelle carte di Hi-na e cerca di costringerlo ad entrare nella sua banda. Hi Na, che vuole solo essere lasciato in pace, rifiuta l'offerta, attirandosi ulteriore rancore da parte di Da-soo.
La situazione precipita quando il padre di So Yeon non riesce a restituire in tempo il debito accumulato con la banda di Da Soo e So Yeon viene presa in ostaggio. Hi Na ed i suoi amici si precipitano a liberarla. Le cose però vanno storte e nella fuga uno degli amici di Hi Na viene catturato da Da-soo ed i suoi scagnozzi; il giovane amico di Hi Na, nel tentativo di fuggire, precipita da un ponte e perde per sempre l'uso di una gamba.
Hi Na è furioso ed insieme a Jung Won decide di vendicarsi appiccando il fuoco al capannone dei gangster. Per loro sfortuna però, il capobanda si trovava all'interno del capannone e resta ucciso. Hi Na e Jung-Won vengono arrestati dalla polizia (nel bel mezzo del funerale del padre di Soo Yeon, morto assassinato). Jung-won, grazie all'influenza paterna, riesce ad evitare la condanna mentre Hi Na dovrà trascorrere 7 anni in prigione.
Passano i 7 anni, Hi Na esce di prigione con un nuovo amico, Yoo Jong Goo che lo aiuta a trovare un lavoro in un grande Hotel-casinò alle isole Je-ju. So Yeon, dopo aver rinunciato a prendere i voti, lascia il convento e viene assunta anch'essa al casinò e, tornato dagli Stati Uniti, anche Jung Won entrerà nello staff dirigenziale del medesimo casinò.
Dopo 7 anni, finalmente, i tre amici potranno rincontrarsi ed i vecchi legami di amore e amicizia si rinsalderanno, muteranno e ancora una volta il talento nel gioco di Hi Na farà il suo successo e la sua sventura, la sua fortuna e la sua maledizione.

Lo sapevate?
Il drama di All In è basato su una storia vera, la vita di Cha Min-su, che si riscattò dalla miseria e dalla povertà una volta emigrato negli USA grazie proprio al gioco d'azzardo nei casinò. Molti eventi narrati in All In si rifanno a fatti realmente accaduti a Cha Min-su, addirittura molte scene e situazioni nel drama, come gli scontri con i gangster di strada, sono stati "diluiti", Min-su ha passato ben di peggio rispetto ad Hi-na! Inoltre i due attori protagonisti del drama, Lee Byung Hun e Song Hye Gyo si innamorarono sul set e la loro coppia e il loro amore, nella fiction e nella vita reale, per molti anni ha fatto sognare tutta la Corea del sud!

Commento

Dopo numerosi drama (coreani e non) aggiunti alla mia lista personale, All In è ancora, e forse lo resterà per sempre, la miglior serie televisiva asiatica che io abbia mai visto. Non credo di esagerare nel dire che con All In si arriva quasi a sfiorare il "capolavoro" della filmatografia televisiva. Tutto in questo drama è dosato con magistrale equilibrio: niente esasperazioni drammatiche, assente la comicità esagerata (presente a sprazzi nel corso della serie, essa è sempre intelligente ed elegantemente ironica); il realismo, dominante in quasi tutte le puntate, non si auto-compiace della propria crudezza (del resto per goderci un documentario o una biografia esistono sempre altri programmi, no?) concedendosi qualche licenza "artistica" raramente fuori luogo, e la psicologia dei personaggi principali e di molti secondari non è lasciata ai soliti cliché, risultando complessa e credibile.
Pur trattandosi di una serie farcita di azione e colpi di scena, è chiaro sin da subito che l'elemento dominante (e vincente) di questo titolo sono i sentimenti dei personaggi, l'amore che lega i due protagonisti e soprattutto l'evoluzione interiore che subisce, delicatamente e progressivamente, il personaggio maschile a mio parere meglio riuscito in un drama: Kim Hi-na. Non è esagerato, dal mio punto di vista, affermare che un buon 50% del successo che ha goduto questa serie sia dovuto all'interpretazione del suo protagonista. Hi-na è un personaggio fuori dagli schemi ma in cui è facile riconoscersi in quanto anti-eroe straordinario nella sua umanità, un uomo che lotta contro il proprio destino perdendo il più delle volte, un uomo che cade ogni qualvolta raggiunge il successo, che è pieno di ansie, di paure, che si sente sopraffare dal senso d'impotenza di fronte a fallimenti inaspettati ma forse, in fondo, dovuti anche alle proprie scelte e non solo al fato avverso. Hi-na è un uomo che sopravvive, che cade e si rialza, che guarda in faccia alle proprie paure ed insicurezze, che accetta la propria miseria come stato d'essere, un uomo che nella vita non gioca per il gusto di vincere in sè, ma per vincere quello che più desidera: l'amore della propria vita. E su quell'amore Hi-na punta tutto, senza paura: "All in"!