LUNCH QUEEN

Recensione a cura di Dama Heiko

Titolo: ランチの女王 / Lunch no Joou / Lunch Queen / The Queen of Lunchtime Cuisine
Genere: Commedia Sentimentale, Culinaria
Anno: 2002 - dal 01.07.2002 al 16.09.2002
Episodi: 12 episodi di circa 60 minuti
Casa di produzione: Giappone - Fuji TV

PER PIÙ INFO » DIC Forum - Drama Wiki
MERCHANDISING » Colonna sonora - DVD

Cast

Takeuchi Yuko

Mugita Natsumi

Tsumabuki Satoshi

Nabeshima Junzaburo

Yamashita Tomohisa

Nabeshima Koshiro

Trama

Natsumi Mugita ama l'ora di pranzo più di qualsiasi altra cosa e ogni giorno fa di tutto per godersela al massimo: mangiare qualcosa di squisito, infatti, è per lei l'unico modo di celebrare la giornata e renderla piacevole.
Vive da sola a Tokyo da quando la nonna che si prendeva cura di lei è venuta a mancare, non ricorda quasi nulla dei suoi genitori ed ha un passato burrascoso alle spalle che cerca di dimenticare in ogni modo. Le sue giornate trascorrono sempre identiche le une alle altre fino a quando uno strano cliente del locale in cui lavora non le chiede un favore alquanto inaspettato: fingersi la sua fidanzata!
L'uomo, che si chiama Kennichiro Nabeshima, dice di aver avuto un grave litigio con suo padre e di non tornare a casa da due anni, ma adesso che il vecchio si trova sul letto di morte vuole assolutamente avere modo di riappacificarsi con lui e il pretesto migliore è quello di presentarsi con una promessa sposa. Natsumi, stupita e irritata Kennichiro ha interrotto la sua pausa pranzo inizialmente non vuole assolutamente dargli corda, ma ben presto si lascia impietosire e si ritrova così al ristorante "Kitchen Macaroni" che appartiene alla famiglia Nabeshima. Decisa a concludere in fretta la farsa, Natsumi si presenta come fidanzata di Kennichiro e fa la conoscenza della famiglia, composta da soli uomini: Kenzo, il vecchio padre, Yujiro, il severo secondogenito, Junzaburo, il gentile terzogenito e il giovane ma furbo Koshiro.
Il primogenito, però, non è accolto in maniera esattamente idilliaca, anzi, viene sottoposto ad una prova: potrà restare solamente se saprà riconoscere, tra 3 piatti, qual è la salsa cucinata da loro padre, distinguendola da una comprata al supermercato e da una preparata da Yujiro. Ovviamente Kennichiro, che non si intende di cucina ed è quindi inadatto ad ereditare il ristorante, non riesce a superare la prova e fugge con l'incasso della giornata esattamente come aveva fatto due anni prima mentre Natsumi, sconvolta per la piega che ha preso la faccenda, ma attratta da quell'ambiente familiare che lei non ha mai conosciuto, decide di non confessare la verità e di rimanere presso i Nabeshima in quando futura sposa di Kennichiro, quindi inizia a lavorare al "Kitchen Macaroni". Riuscirà a tenere nascosto il suo passato? E soprattutto, per quanto tempo reggerà la sua bugia?

Curiosità

Argomento centrale di questo drama, naturalmente, è la cucina, e le due pietanze intorno a cui ruotano le vicende dei protagonisti sono l'omurice e la salsa demi-glace. L'omurice (letto omu-raisu) è un piatto contemporaneo giapponese nato dall'unione dell'omelet francese e del riso fritto. Dopo aver fritto il riso insieme a verdure o carne in genere pollo - lo si avvolge in un sottile strato di uovo fritto e si serve servito ricoperto di ketchup o di salsa demi-glace.
La salsa demi-glace è di origine francese e si tratta di un sugo di carne composto da estratto di vitello e salsa spagnola in parti uguali, con l'aggiunta di vino preferibilmente secco. La salsa spagnola si prepara facendo arrivare ad ebollizione del fondo bruno di vitello e del concentrato di pomodoro tramite lunghe e numerose fasi di cottura e infatti, nel corso del drama, vediamo che i cuochi mescolano e riscaldano la salsa per diverse ore e a volte addirittura per giorni prima che essa arrivi alla giusta consistenza e al sapore migliore.
Lunch Queen si è aggiudicato ben 5 riconoscimenti alla 34esima edizione dei Television Academy Awards.

Commento

Succulento, accattivante, toccante: è così che definirei Lunch Queen.
Succulento perché mostra in maniera impeccabile in che modo si possa dirigere un piccolo ristorante tradizionale, con tutte le curiosità sul mestiere, da come accogliere i clienti, a quanti pomodori mettere nel piatto, alle quantità di carne da ordinare, ma soprattutto ci espone numerose e invitanti ricette giapponesi che allietano la vista e stuzzicano il palato.
Accattivante perchè si riesce con facilità ad immedesimarsi anche solo in uno dei numerosissimi e variegati personaggi e non si può restare indifferenti a man a mano che gli eventi si susseguono: come reagirà il personaggio X a tale rivelazione? Cosa farà Natsumi? Chi è Shuuji? Insomma, colpi di scena sì, ma anche semplice curiosità suscitata da mille situazioni buffe, imbarazzanti, drammatiche.
Infine delicato e toccante durante la trattazione di tematiche serie, come l'unione del nucleo familiare, l'incertezza sul futuro, l'amicizia, il rapporto genitori-figli, il tradimento e la perdita di persone care, tutte affrontate con genuinità, evitando sgradevoli luoghi comuni. Cosa c è che non va?
I triangoli amorosi: troppi, che nel corso della storia diventano quadrilateri e addirittura pentagoni, non solo per i protagonisti ma anche per i personaggi secondari. Inizialmente è divertente vedere i "conflitti" tra fratelli e amici per la conquista di una ragazza, ma l'esagerazione alla fine stanca decisamente.
In conclusione Lunch Queen non è certo un drama perfetto o indimenticabile, ma sicuramente piacevole e frizzante, con un ottimo cast davvero notevole l'interpretazione di Satoshi Tsumabuki - e tanta cura nel ritrarre la vita all'interno del ristorante. Buon appetito!