KUROSAGI

Recensione a cura di Lali

Titolo: クロサギ / Kurosagi / The Black Swindler
Genere: Azione, Sentimentale
Anno: 2006 - dal 14.04.2006 al 23.06.2006
Episodi: 11 episodi di circa 60 minuti
Casa di produzione: Giappone - TBS

PER PIÙ INFO » DIC Forum - Drama Wiki
MERCHANDISING » Colonna sonora - DVD

Cast

Yamashita Tomohisa

Kurosaki
(Kurosagi)

Horikita Maki

Tsurara Yoshikawa

Koji Kato

Yoichi Shiraishi

Ichikawa Yui

Yukari Mishima

Reina

Yuuko Osawa

Trama

Kurosaki è un ragazzo con un passato molto triste: il padre, dopo essere stato derubato da alcuni truffatori professionisti, per la disperazione uccise moglie e figlia provando, senza riuscirci, ad uccidere anche il figlio, dopodichè si tolse la vita.
Alcuni anni dopo Kurosaki, sotto il nome di Kurosagi, ha un unico scopo: la vendetta. La sua, infatti, è una vita dominata dall'odio verso i malfattori che gli hanno distrutto la famiglia e per vendicarsi cerca in tutti i modi di imbrogliarli a sua volta.
Katsuragi, vecchio capo di questi truffatori ed ora proprietario di un risotrante, è un personaggio alquanto losco e misterioso, sempre in compagnia di una donna, Hayasa, altrettanto misteriosa. Questi due aiuteranno Kurosagi in cambio di una percentuale sul guadagno (ovvero quello che il ragazzo sarà in grado di rubare), fornendogli informazioni sui vari Shirosagi ed Akasaki.
Un giorno Kurosagi incontra Tsurara, una studentessa di legge che crede molto nella giustizia. Dopo questo incontro molti dei princìpi del ragazzo vengono messi in discussione, ma non il suo scopo di vendicarsi per la sua famiglia, e per fare ciò deve assolutamente avvicinarsi a coloro che hanno rovinato suo padre. L'incontro tra Kurosagi e Tsurara avviene però in un momento particolare: la ragazza è infatti in cerca dello zio, che, dopo essere stato imbrogliato da uno Shirosagi, tenta il suicidio alla stazione. Tsurara viene spinta sulle rotaie proprio mentre sta arrivando il treno e il ragazzo la salva. Kurosagi, infatti, aveva assistito a tutta la scena, e qualche tempo dopo si presenta a casa dello zio di Tsurara per proporgli di riprendersi i soldi, imbrogliando chi aveva imbrogliato lui; Tsurara è ovviamente contraria e cerca di persuadere lo zio dall'usare simili i loro stessi mezzi, ma lo zio, preso dalla disperazione, accetta l'aiuto di Kurosagi.
Il ragazzo, aiutato da Hayasa e Katsuragi, raccoglie allora informazioni su chi ha frodato lo zio di Tsurara e, grazie ad un travestimento, riesce ad avvicinarsi allo Shirosagi. Con una serie di azioni (legali e non) riesce a recuperare il denaro: una parte viene restituita alla vittima iniziale, una parte viene data a Katsuragi, ed una parte se la tiene Kurosagi come indennizzo.
Intanto Tsurara, che non vuole più pesare sulle spalle degli zii, decide di trasferirsi in un piccolo appartamento; appartamento che, si viene a scoprire poco dopo, è di proprietà proprio di Kurosagi! Inizia così la loro strana "quasi convivenza": la ragazza cerca in un ogni modo di capire cosa passi per la testa del suo coinquilino che, dal canto suo, è sempre più misterioso e schivo.
Purtroppo lei non sa che a volte è meglio non scavare troppo nella vita delle altre persone.

Curiosità

Kurosagi è anche un seinen manga, intitolato Kurosagi: The Black Swindler, di Natsuhara Takeshi alla sceneggiatura e Kuromaru ai disegni. Il fumetto, attualmente in corso di pubblicazione ed arrivato a 12 volumi, viene serializzato sulla rivista Young Sunday dalla casa editrice Shogakukan.

Commento

In questo mondo ci sono tre tipi di imbroglioni: quelli che estorcono i soldi alle altre persone, Shirosagi (white swindler); quelli che raggirano gli altri manipolando i loro sentimenti, Akasaki (red swindler); e poi, usando i Shirosagi e gli Akasaki come una risorsa di cibo, c'è l'ultimo nella lista degli imbroglioni. Il suo nome è Kurosagi (black swindler).
È questo l'epilogo di ogni episodio, un epilogo che la dice lunga su tutto il drama. Kurosagi è un ragazzo disperato e vendicativo che davanti a sé non vede altro che il suo obiettivo, e cioè arrivare a chi è stato la causa della distruzione della sua famiglia. Non ci è nato così duro, ma lo è diventato dopo aver subito una tra le più brutte disgrazie che ci possano essere. Tsurara è una giovane donna, coraggiosa ed intelligente, che crede in quello che fa anche se a volte è un po' ingenua e troppo buona.
Questo drama non racconta una storia d'amore, anche se alcuni affetti a volte sono accennati e sfumati, ma comunque la storia è bellissima... Segue un po' la scia di City Hunter: non sono uguali, però in alcune cose me l'ha ricordato molto. Chi non conosce City Hunter, famosissimo manga di Tsukasa Hojo?
Katsuragi, il vecchietto malefico e losco, non sono riuscita ad inquadrarlo fino alla fine: con Kurosagi si comporta in modo contraddittorio, a volte lo aiuta e a volte cerca di metterlo in difficoltà come può; inoltre aleggia sempre un'aria di mistero intorno a lui, come tutte le cose che lo legano ad Hayasa ed il fatto che sta sempre chiuso in una stanza nel ristorante dove può vedere tutti, ma nessuno può vedere lui.
Anche Hayasa è una donna misteriosa:è legata a Katsuragi, ma non se ne comprende subito il motivo. La storia è la più originale tra quelle che ho visto finora ed il finale non è affatto scontato, anzi. L'ambientazione è quella del Giappone attuale, ma non un Giappone tutto rosa e fiori come si vede di solito, e neanche un Giappone sanguinario... Una sorta di realtà in cui la maggior parte della popolazione si trova ad avere.
Del drama mi ha attirato anche la sigla, Daite Senorita di Yamapi: il video è stupendo, così come la canzone, di cui canticchio sempre il ritornello.
Consiglio questo drama a chi non si aspetta troppo amore, ma che vuole vedere la realtà delle cose.