KEKKON DEKINAI OTOKO

Recensione a cura di Takiko

Titolo: 結婚できない男 / Kekkon Dekinai Otoko / The Man Who Can't Get Married / He Who Can't Marry
Genere: Commedia Romantica
Anno: 2006 - dal 04.07.2006 al 19.11.2006
Episodi: 12 episodi di circa 60 minuti
Casa di produzione: Giappone - Fuji Tv

PER PIÙ INFO » DIC Forum - Drama Wiki
MERCHANDISING » Colonna sonora - DVD

Cast

Abe Hiroshi

Kuwano Shinsuke

Natsukawa Yui

Hayasaka Natsumi

Kuninaka Ryoko

Tamura Michiru

Tsukamoto Takashi

Murakami Eiji

Takashima Reiko

Sawazaki Maya

Trama

Shinsuke Kuwano è un brillante architetto di 40 anni. La sua vita è perfetta e ordinata, se non fosse per un suo piccolo difetto: pare totalmente incapace di poter interagire in modo normale con le altre persone. Kuwano è infatti una personalità complessa ed eccentrica, che difficilmente sa integrarsi. Gli unici che veramente lo capiscono e lo appoggiano sono i suoi due colleghi di lavoro, Eiji il suo collaboratore e Maya Sawazaki, la donna che gli trova gli incarichi (e che quindi lo fa interagire il meno possibile con i clienti).
Una sera come suo solito, dopo essersi cucinato da mangiare, Kuwano si mette ad ascoltare della musica classica esagerando con il volume. La sua vicina di casa, Michiru Tamara, infastidita dal baccano, si reca davanti alla porta dell’archittetto per convincerlo ad abbassare il volume. Proprio mentre l’uomo sta rispondendo alla porta, un improvviso attacco allo stomaco lo assale. Michiru decide subito di portarlo al pronto soccorso più vicino. Qui viene curato dalla dottoressa Natsumi Hayasake, con cui subito Kuwano ha un diverbio. Il problema dell’uomo secondo la dottoressa è il suo pessimo modo di mangiare e gli consiglia quindi di eliminare per un po’ di tempo la carne. Kuwano rifiuta bruscamente, lui non intende alterare il suo stile di vita…
Ma la testardaggine di Kuwano non fa che peggiorare il suo problema, tanto che sarà costretto a breve a tornare a fare visita al pronto soccorso.
Ben presto Michiru e Natsumi diventeranno parte integrante della vita di Kuwano, che pian piano inizierà sempre di più ad accettare “intromissioni estranee” nella sua vita.
Inizia quindi il percorso “formativo” di quest’uomo che imparerà a interagire con gli altri. Ma la domanda rimane: un uomo simile è in grado di trovare una donna che lo sposi?

Curiosità

Geniale è stata sicuramente l’idea di introdurre il personaggio di “Ken-chan” il simpaticissimo cane carlino di Michiru.
Ken-chan è ben presto diventato un “simbolo” di questo drama, soprattutto per il suo bellissimo rapporto con il protagonista (a volte Ken pare l’unico che riesce veramente a capire Kuwano).
Tutto questo è stato coronato dalla vincita da parte di Ken-chan del premio speciale del 50° Television Drama Academy Awards.

Commento

Credo che non esista parola migliore per definire questo drama se non “geniale”.
Il suo forte è sicuramente la personalità del protagonista e la bravura dell’attore che lo interpreta che sanno creare sempre situazioni umoristiche o scene anche commoventi.
La storia di “Kekkon dekinai otoko” è la storia di una crescita. Kuwano è un uomo che non sa comunicare con gli altri, vive nel suo mondo ordinato e perfetto ma non ha la più pallida idea di come si possa interagire con il prossimo. Perfetto emblema di ciò è il suo appartamento: lindo e pulito, però anche vuoto e solitario. Ecco che per aiutarlo a migliorare questo lato di sé, gli vengono affiancate delle persone “guida”, che in qualche modo lo aiuteranno a inserirsi meglio nei rapporti sociali facendogli innanzi tutto capire quanto possa essere importante l’amicizia e quanto sia bello sapere di poter contare su qualcun altro. L’arco del personaggio è chiaro e preciso. Non ci sono episodi riempitivi, tutto rimane ben equilibrato. Il cambiamento di Kuwano non è invisibile e non è nemmeno troppo veloce o troppo radicale, risultando quindi non esagerato e totalmente verosimile. L’ironia è secondo me il punto forte di questo drama. Non è mai volgare o trash (a parte forse una scena), anzi è brillante e a tratti arguta.
Un drama che veramente ti sa conquistare. Come ti sanno conquistare anche i personaggi, merito soprattutto dei bravissimi attori che li interpretano. Primo fra tutti Abe Hiroshi, che è riuscito a creare questo personaggio interessantissimo senza mai tradirlo.
La perfetta dimostrazione di ciò è il "bottino" di premi che Kekkon dekinai otoko ha vinto ai 50° Television Drama Academy Awards: Miglior Drama, Migliore Attore, Migliore Attrice non protagonista, Migliore Sceneggiatura e Migliore Regia. E' stato dato persino il premio speciale a Ken-chan (quel cagnolino conquista tutti!).
Decisamente è un drama da vedere. Consigliato a tutti e per tutti.