HANAKIMI

Recensione a cura di Miki Kimi

Titolo: 花ざかりの君たちへ / Hanakimi / Hanazakari no Kimitachi e / Ikemen Paradise / For You in Full Blossom
Genere: Commedia Romantica
Anno: 2007 - dal 03.07.2007 al 18.09.2007
Episodi: 12 episodi di circa 45 minuti
Casa di produzione: Giappone - Fuji TV

PER PIÙ INFO » DIC Forum - Drama Wiki
MERCHANDISING » Colonna sonora - DVD

Cast

Cast principale

Horikita Maki

Mizuki Ashiya

Oguri Shun

Izumi Sano


Ikuta Toma

Shuichi Nakatsu

Mizushima Hiro

Minami Nanba

Yamamoto Yusuke

Taiki Kayashima


Cast secondario

Okada Masaki

Kyogo Sekime

Kimura Ryo

Senri Nakao

Konno Mahiru

Akiha Hara

Trama

Immaginate di vivere felici in America dove la vostra famiglia si è trasferita, con un padre e una madre premurosi, un fratello che vi adora e degli amici con cui vi divertite e vi confidate. Non verrebbe in mente anche a voi di scappare di casa per tornare nel vostro paese d'origine per andare a convincere un ragazzo che nemmeno vi conosce a riprendere a gareggiare nello sport in cui era stato tanto bravo alle medie?
Naturalmente, visto che il ragazzo in questione frequenta un istituto maschile, nemmeno voi vi fareste problemi a travestirvi da uomo per entrare nella sua stessa scuola, dico bene? Beh, questo è esattamente l'inizio di questo dolcissimo e spassosissimo drama.
Ashiya Mizuki, la nostra protagonista, trascorre una vita felice in America fino al giorno in cui scopre che il suo idolo di sempre, Sano Izumi, ragazzo della sua età campione di salto in alto sin dalle scuole medie, ha deciso di ritirarsi dallo sport. Armatasi di coraggio e di una buona dose di follia, scappa di casa per prendere il primo volo per il Giappone ed iscriversi alla stessa scuola di Sano: l'istituto maschile Osaka Gakuen.
Mizuki, pur di raggiungere il suo scopo, rinuncia alla sua stessa identità, ed entra nella sua nuova scuola sotto le mentite spoglie di un ragazzo (ma mantenendo lo stesso nome). Appena arrivata non solo scopre di essere nella stessa classe di Sano, ma addirittura di essere il suo compagno di camera. Infatti l'istituto è suddiviso in tre dormitori, a seconda della predilezione dei ragazzi che vi appartengono: il primo dormitorio, capitanato dal virile Tennojii Megumi, è composto da campioni nelle arti marziali, il secondo dormitorio (lo stesso di Mizuki e Izumi), è il dormitorio sportivo ed è capitanato dal bel Namba Minami ed il terzo dormitorio , guidato dal creativo Himejima Masao (in arte Oscar H. Masao), è incentrato sull'intelletto e sulle capacità artistiche degli appartenenti.
I tre dormitori competono in tutti gli eventi organizzati nell'istituto per potersi aggiudicare "speciali" privilegi.
Ma non solo i ragazzi a fare da padrone in questo drama, perché due personaggi chiave nella storia sono il dottore dell'istituto, Umeda Hokuto, che dà subito del filo da torcere alla nostra Mizuki, e la fotografa Hara Akiha, che troviamo in pianta stabile nell'istituto per immortalare i momenti più divertenti e coinvolgenti che vivono i ragazzi.
Come se non bastassero tutti questi personaggi a creare abbastanza confusione, accanto all'Osaka Gakuen sorge l'istituto femminile St. Blossom, che ha come preciso scopo, almeno a detta delle sue frequentanti, la felicità e il miglioramento della vita scolastica degli studenti dell'Osaka Gakuen.
Attraverso le gare dei più svariati generi che ogni episodio vedremo disputarsi tra i tre dormitori, le situazioni surreali che si creeranno all'interno dell'Osaka Gakuen e tra quest'ultimo e l'istituto femminile St. Blossom, avremo modo di assistere allo sviluppo e all'intreccio di storie di amicizia, rivalità, competitività e amore, che vi faranno ridere, stupire ed emozionare dalla prima all'ultima puntata.

Curiosità

Questo drama è tratto dallo Shoujo manga Hanazakari no Kimitachi e di Hisaya Nakajo (pubblicato in Italia dalla casa editrice Dynit).
Dalla stessa opera è stata tratta anche una serie televisiva prodotta e girata in Taiwan, molto più fedele di questa versione giapponese al manga originale. La serie "Hua Yang Shao Nian Shao Nu" è composta da 15 episodi e nei ruoli dei protagonisti troviamo: Ella Chen che è Lu Rui Xi (Ashiya Mizuki), Wu Chun che è Zuo Yi Quan (Sano Izumi) e Jiro Wang è Xiu Yi (Nakatsu Shuichi).
Dal drama giapponese è stata lanciata una gara, la "Hana Kimi Ouji" per trovare "ikemen" (ragazzi di bell'aspetto), aperta a chiunque sembri uno studente delle superiori. Anche le ragazze possono partecipare, e il vincitore avrà l'opportunità di apparire come comparsa nello spettacolo.

Commento

La serie si apre nella prima puntata con l'immagine di un aereo e sotto una scritta: "Questo è un lavoro di finzione, per favore guardatelo con mente "aperta". Gli stessi autori hanno voluto avvisare che il drama Hana-Kimi è da vedere a cuor leggero, consigliato soprattutto a chi vuol farsi due risate.
Hana-kimi è infatti una commedia frizzante e dolce al tempo stesso, capace di far ridere ed emozionare lo spettatore. Ogni episodio è condito da un mix di momenti divertenti e scene di dolcezza che fanno bene al cuore. L'impostazione del drama è abbastanza schematica, con gag esilaranti che fanno da contorno alla storia dei protagonisti, e che ben spezzano i momenti anche tristi che potrebbero portare questo drama ad essere ciò che non è. Le musiche stesse che accompagnano il drama sono allegre e scanzonate, esaltando lo spirito di vivacità; e comicità che a volte sfocia nell'assurdo ma che non annoia mai lo spettatore.
Chi ha letto il manga non verrà deluso da come è stata arrangiata la storia, perché l'attenzione svia dalla sceneggiatura pura per essere attratta dalle singole scene e dal comportamento dei singoli personaggi. Nonostante queste premesse, il drama è comunque ben girato e molto gradevole, e la riprova è anche nei premi vinti ai 54° Television Drama Academy Awards del 24 ottobre 2007: Best Drama, Best Actress a Horikita Maki (Ashiya Mizuki) e Best Supporting Actor a Ikuta Toma (Nakatsu Shuichi).
In definitiva questo drama merita di essere visto, a prescindere dal sesso dello spettatore, almeno per le scene di "ordinaria follia" che vengono proposte, e tra una risata e l'altra si può cogliere tutta la dolcezza della storia caratteristica del manga. E non dimenticate queste parole: non potrete più ascoltare Girl friend di Avril Lavigne senza ridere.