BEACH BOYS

Recensione a cura di querida

Titolo: ビーチボーイズ / Beach Boys
Genere: Commedia
Anno: 1997 - dal 07.07.1997 al 22.09.1997
Episodi: 12 episodi di circa 60 minuti (primo e ultimo 85 minuti)
Casa di produzione: Giapponese - Fuji TV

PER PIÙ INFO » DIC Forum - Drama Wiki
MERCHANDISING » Colonna sonora - DVD

Cast

Sorimachi Takashi

Sakurai Hiromi

Takenouchi Yutaka

Suzuki Kaito

Hirosue Ryoko

Izumi Makoto

Trama

Hiromi Sakurai vive alle spalle della sua fidanzata la quale, un giorno, stanca del suo comportamento irresponsabile, decide di cacciarlo di casa. Senza un soldo in tasca e con l' estate alle porte Hiromi prende la sua scassata Renault 4 e decide di recarsi in un luogo di mare... Durante il viaggio la macchina rimane senza benzina e si ferma proprio in prossimità di una spiaggia: Hiromi rimane incantato a guardare il mare, poi getta il suo orologio nell' acqua, convinto che con l' estate non gli servirà più.
Kaito Suzuki è invece un uomo in carriera che, a causa di un suo errore, viene rimosso da un importante progetto di lavoro. Decide di conseguenza di prendersi una vacanza, e parte anche lui per il mare. A bordo di un taxi Kaito incrocia Hiromi, intento a spingere la macchina in panne. Avendo già notato questo strano ragazzo dal finestrino del treno, decide di fermarsi ad aiutarlo.
L'arrivo dei due giovani non passa decisamente inosservato agli abitanti del piccolo paesello marittimo: all' inizio di una ripida discesa i due perdono il controllo della macchina, che acquista velocità travolgendo l' insegna di un minshuku, situato in riva al mare, e finendo la sua corsa dritta dritta in mezzo all' acqua con i due ragazzi aggrappati sul tettuccio del'automobile.
Una volta accolti al "Dragon Head" (questo il nome del minshuku) Hiromi approfitta subito della situazione e chiede a Makoto, nipote del gestore, un lavoro part-time. Kaito, molto composto, decide invece di rimanere come cliente. Al momento di pagare però si accorge di avere smarrito il portafogli e così i due vengono sistemati in camera insieme! Comincia per loro una difficile convivenza dovuta all' enorme differenza caratteriale: Hiromi è rumoroso e chiacchierone, mentre Kaito è posato e taciturno.
Di lì a poco viene recapitata a Masaru Izumi, proprietario del "Dragon Head", una lettera proveniente da Tokyo: il mittente è sua figlia Keiko, madre di Makoto, la quale desidera che la ragazza torni a vivere da lei in città. Masaru è intenzionato ad assecondare il volere di sua figlia, nonostante il parere contrario della nipote, pertanto decide di chiudere i battenti e mettere in vendita il locale. Hiromi e Kaito sono così costretti a fare i bagagli ed abbandonare il "Dragon Head"... Dopo i dovuti saluti, alla maniera di Hiromi, i due amici si separano: il primo si dirige in montagna e il secondo torna a Tokyo. Ben presto, però, entrambi si rendono conto di quanto manchi loro il profumo dell'oceano e decidono di farvi ritorno...

Curiosità

I protagonisti di Beach Boys vivono in un minshuku, ovvero una specie di bed & breakfast in stile giapponese. I minshuku sono quasi sempre a gestione familiare, pertanto danno ai visitatori un'ottima occasione per assaporare lo stile di vita tradizionale di questo paese. Per più info visita Japan Guide e Minshuku site.
Di questa serie è andato in onda uno special della durata di circa 2 ore intitolato "Beach Boys Special", che è stato trasmesso il 27.12.1997 e il 03.01.1998. Questa volta vediamo i nostri simpatici protagonisti incontrarsi nell'isola di South Mariana. Hiromi è il proprietario del bar della piscina all'interno di un villaggio turistico chiamato "Acqua Resort Club"; Kaito lavora invece per una ditta che si occupa di catturare delfini per gli acquari, ma entrambi ignorano di trovarsi sulla stessa isola! I due ragazzi si incontreranno per caso, così come incontreranno per caso la piccola Makoto e Haruko in vacanza premio sull'isola.

Commento

Pensate a due affascinanti ragazzi: uno allegro e spontaneo, l'altro serioso e composto. Immaginateli in un ambiente familiare ed accogliente circondato da sole e mare. Aggiungete una musica vivace ed orecchiabile. Avrete così un'idea di cosa sia "Beach Boys". Le scene tra i due protagonisti, così diversi tra loro, rendono questo drama esilarante e molto piacevole da seguire. A mio avviso è anche ben strutturato: un inizio apparentemente leggero serve solo a spianare la strada verso un finale ricco di emozioni. Ad ogni episodio è raccontato uno squarcio di vita di tutti i personaggi in modo da conoscere il loro passato, i loro caratteri, i loro drammi, i loro dubbi e le loro indecisioni... Come in una famiglia, sono rappresentate tutte le fasce di età: Hiromi, Kaito e Haruko sono ragazzi che si sono già dovuti scontrare con le difficoltà della vita. Affascinati dalla figura di Masumi, lo considerano come un esempio da seguire e come fonte di saggezza. La giovane Makoto porta invece una ventata di freschezza e, con la sua cotta platonica tipicamente adolescenziale, rappresenta la fascia più giovane di età. E' impossibile non ritrovarsi immersi in questa atmosfera colorita fatta di legami familiari, così come è impossibile non affezionarsi a tutti i personaggi.
Il finale è la parte di questo drama che più di ogni altra è significativa: fa pensare a come le passioni con il tempo si possano assopire ma non morire mai; fa pensare che quando si è stanchi o depressi basta fermarsi un attimo e riflettere; sprona ad avere coraggio e cercare dentro noi stessi il "nostro oceano", la nostra strada...
Sarà l'ambiente, sarà la musica, saranno i due bellissimi attori protagonisti (dopotutto anche l'occhio vuole la sua parte!) sarà la Renault 4, sarà il "ciao" di Sorimachi, ma che vogliamo farci se questo drama si è accaparrato un posticino nel mio cuore ?