Guida ai drama

# Nome di nascita

I coreani scrivono il loro cognome (il nome della famiglia) prima, seguito dal nome che gli è stato dato. Non ci sono virgole a separare il cognome dal nome. La maggior parte dei cognomi coreani consistono in appena una sillaba, pochi contendono due sillabe (per esempio Sun Woo). I principali cognomi coreani sono:

Altri cognomi diffusi sono Ahn (An), Han, Go (Ko), Goo (Ku), Oh, Noh, Shin, and Yoo (Yu).

Il nome consiste generalmente in due sillabe che devono essere divise nella romanizzazione. Il nome per i maschi generalmente ha una sillaba identica alla sillaba usata per tutti i maschi della generazione nella famiglia. Un esempio: nel drama coreano More then Words can say, il nome dei tre figli è Jang-su, Tae-su and Min-su. Le donne coreane conservano il loro cognome da nubile dopo il matrimonio. Non usano il cognome del marito, poiché i cognomi famigliari sono riservati alle persone con vincoli di sangue. I bambini abitualmente prendono il cognome del padre.

Persone con lo stesso cognome, che provengono dallo stesso antico paese natale antenato, non hanno il permesso di sposarsi, perché sono considerati membri della stessa famiglia, anche se sono oramai parenti distanti. Quindi, quando una persona è attirata da un'altra che ha lo stesso cognome, viene chiesto immediatamente il proprio antico paese d'origine per evitare problemi. Molti coreani insistono per essere chiamati con solo il loro cognome, fino a che non si approfondisce la conoscenza e l'amicizia. Questo può generare confusione, perché più del 20% della popolazione coreana ha come cognome Kim, mentre il 15% ha Lee. Quindi chiamare una persona "Kim" in mezzo ad una folla, vuol dire chiamare numerose altri presenti!


# Parentele


# Figli

Come evidenziato nel drama Mothers and Sisters, i figli sono più desiderabili delle figlie nella tradizionale famiglia coreana. Se la famiglia ha più di un figlio, dal più grande ci si aspetta che si prenda cura dei genitori, quando saranno anziani, dai figli ci si aspetta tanti nipoti, per tramandare il nome della famiglia nella futura generazione.
Le figlie sono valutate meno, fino a che diventano parte della famiglia del marito, una volta sposate sarà chiesto di servire i suoceri.
Nella vita reale e al giorno d'oggi, comunque, i genitori sono sempre meno preoccupati del sesso del bimbo, sia maschio e femmina. Nella vita reale molte figlie curano ancora gli anziani genitori anche dopo il matrimonio, per cui oramai che le figlie sono considerate paragonabili ai figli maschi.


# Regole di comportamento

Il rispetto deve essere mostrato verso i più anziani. I giovani non si rivolgono alle persone più grandi con il nome proprio. Ad esempio, una ragazza si rivolge a suo fratello maggiore con il termine oppa e ad una sorella maggiore con onni, mentre si rivolge alle sorelle o fratelli minori con i loro nomi propri. Un ragazzo si rivolge al fratello maggiore, con il termine hyong e ad una sorella maggiore con nuna. In un episodio del drama Mothers and Sisters, Kyong-bin (il 4° figlio nella famiglia) è rimproverato dalla madre per aver chiamato sua sorella maggiore (la terza figlia) con il suo nome proprio. Nei drama sottotitolati non si può notare la differenza perchè nel testo comprare spesso il nome proprio del fratello o sorella maggiore, ma i termini pronunciati sono "oppa", "onni", "hyong" or "nuna". Le ragazze possono anche chiamare il fidanzato oppa.


Per rivolgersi a una donna/uomo adulto sposata/o di classe media, si utilizzano gli appellativi ahjumma (아줌마) e ahjussi (아저씨); vengono utilizzati anche in un altro caso, ovvero quando ci si rivolge a un uomo/donna che non si conoscono, in italiano potrebbe essere tradotto come "Signore" / "Signora". In ambito lavorativo, sentirete spesso l'appellativo Sunbaenim / Sunbae (선배) che si utilizza, quando ci si rivolge a colleghi o compagni con una certa esperienza. Al contrario, l'inesperto sarà Hoobae (후배).





La donna è classificata all'interno di una famiglia, secondo la relazione che c'è verso il maschio principale della famiglia. Per esempio, nel drama Mothers and Sisters le donne sono presentate agli altri secondo la relazione che hanno con Kyong-bin. Non mostrare rispetto verso gli adulti ed gli anziani in Tv è considerato negativo nella società coreana. Nell'agosto 2005 la rete televisiva KBS fu richiamata dalla commissione televisiva coreana, per aver mostrato una scena di un drama, nel quale la nuora schiaffeggiava la suocera in faccia. Lo sguardo diretto negli occhi mentre si parla, è considerato rude a scortese. Quando Joon-hwi parla con suo padre, nel secondo episodio del drama Pretty Lady, evita di guardare negli occhi il padre, perfino quando non è d'accordo con quanto sta dicendo l'uomo. Poiché l'età è importante per determinare la gerarchia, è abbastanza comune chiedere l'età di qualcuno, quando più o meno potrebbero avere la stessa nostra età.

Il bacio in pubblico non è comune come negli Stati Uniti o in Occidente. In molti vecchi drama, quando una coppia di bacia, significa che la relazione è veramente seria e loro stanno pensando al matrimonio. Ma la situazione è cambiata nei drama di nuova generazione.

Quando si riceve o passa qualcosa a qualcuno è usuale, utilizzare entrambe le mani invece di una soltanto. Per esempio, quando vengono versati il The o il Soju, sono usate entrambe le mani, sia dalla persona che versa, sia da quella che tiene la tazza. Anche quando una giovane persona beve con una persona più grande, è educazione per il giovane posizionarsi a lato per non guardare in faccia l'anziano mentre beve. Si può anche notare che se i giovani stanno bevendo con la loro mano destra, piazzeranno la mano sinistra sulla parte destra del corpo sotto la solo spalla. Questa usanza proviene dai secoli passati, quando gli abiti coreani avevano delle lunghe e ampie maniche che ciondolavano quando le braccia erano alzate. Per evitare di avere le maniche dessero fastidio, il braccio sinistro ruotava nella parte destra, per mantenere la manica destra ferma, mentre il braccio destro era usato per bere.


# Cibo e Bevande

Il cibo è una parte importante della cultura coreana, e i coreani pongono molta attenzione a come questo viene servito a tavola; nella cucina coreana tutti i piatti sono serviti nello stesso momento e un tipico pranzo include riso, zuppa, parecchi piatti di verdure. Tradizionalmente le classi più povere avevano tre piatti, mentre la famiglia reale poteva averne dodici. In Corea, come in Cina e in Giappone, si usano le bacchette, ma è spesso anche usato in cucchiaio specialmente quando ci sono zuppe. Al giorno d'oggi la cucina coreana contiene una grande varietà di piatti a base di carne, pesce, e verdure, ma esistono cibi antichi che si sono preservati, come il Kimchi (cavolo fermentato piccante), Jeotgal (pesce sotto sale) e Doenjang (fagioli fermentati con soia). Tutti i pasti coreani - colazione, pranzo e cena - includono riso, kimchi e una gran varietà di piatti, che vengono serviti nello stesso tempo. Si può mangiare cibo in qualsiasi ordine e combinazione. Il riso, o riso bianco bollito o riso cotto con grano simile a orzo e miglio, è servito in scodelle singole per ogni persona; gli altri piatti sono comuni, serviti secondo uno stile famigliare, ovvero ognuno prende la propria razione da una ciotola comune.
Il Kimchi è considerato il piatto nazionale: composto da verdure sottoaceto aromatizzate con peperoncino e aglio, è sempre presente sulle tavole dei koreani e ne esistono diverse varietà.
Quando si mangia cibo coreano è importante ricordare che è vietato soffiarsi il naso quando si è a tavola, farlo è considerato molto maleducato. Se a causa del cibo piccante tipico della cucina coreana, il vostro naso colerà, dovete alzarvi da tavola chiedendo scusa e andare a soffiare il naso nel bagno. Le zuppe coreane si mangiano con il cucchiaio e le bacchette fatte di acciaio inossidabile. I koreani sono gli unici che usano il cucchiaio per mangiare riso anziche usare le bacchette come invece fanno i vicini Cinesi ed Giapponesi, ed hanno anche l'abitudine di alzare la scodella di riso quando mangiano. Il Soju è un dolce liquore coreano< principalmente fatto da patate, con un contenuto alcolico di circa il 20-25%. Altre bevande alcoliche coreane sono il makkoli (con germogli di riso) e il maekju (birra).


# Alcuni Piatti della tradizione gastronomica coreana