Feste nazionali

# Il calendario delle feste nazionali coreane

Qui di seguito il calendario delle feste nazionali coreane, si precisa che in Corea, se le feste cadono di sabato o domenica non vengono reintegrate con altri giorni della settimana


# Chuseok

Il Chuseok (추석) è conosciuto come il giorno del "ringraziamento coreano", si tiene il 15esimo giorno del mese lunare e cade nel periodo della mietitura. Le famiglie coreane approfittano di questo periodo per ringraziare gli antenati.
La celebrazione inizia la notte prima del Chuseok e termina il giorno successivo, il giorno di vacanza. Le famiglie coreane hanno quindi tre giorni di festa per stare assieme ad amici e parenti. In quei giorni autostrade, treni, aerei sono presi d'assalto da coreani che tornano nei luoghi d'origine o approfittano della vacanza per viaggiare. La celebrazione inizia quando viene servito alla famigli,a riunita per l'occasione, una torta di riso chiamata Songphyun. Questa torta speciale è fatta con riso, fagioli, semi di sesamo e castagne. Successivamente la famiglia rende omaggio agli antenati visitando le loro tombe e offrendo riso e frutta.


Nella serata i bambini indossano il loro hanbok (tradizionale abito coreano) danzano sotto la luna in cerchio. Le donne della famiglia ballano la danza Ganggangsullae, tipica danza coreana ballata in cerchio, tenendosi mano nella mano. Come il giorno del ringraziamento che si celebra in America, il Chuseok in Corea è il periodo per celebrare la famiglia e ringraziarla per la fortuna ricevuta.



# Il Nuovo anno in Corea

In Corea, Solnal è il primo giorno del primo mese del nuovo anno. Sebbene molti coreani festeggino il nuovo anno il primo gennaio dell'anno solare, l'anno lunare rimane ancora molto popolare al giorno d'oggi nel paese. L'anno lunare parte in febbraio e la data varia di anno in anno. È interessante sapere come la famiglia coreana celebra l'inizio del nuovo anno: i bambini indossano i tradizionali abiti chiamati hanbok, si inginocchiano e si piegano davanti agli antenati ed agli anziani; i membri della famiglia quindi si augurano l'uno l'altro prosperità e buona fortuna, quindi si scambiano doni.
I bambini ricevono monete fortunate, dolci e frutti dagli anziani. I membri della famiglia trascorrono assieme la giornata, mangiando una sorta di zuppa con torta di riso per colazione. In alcune parti della Corea, le persone iniziano il nuovo anno con un rituale chiamato Jishin Balpgi. Forti tamburi e gong vengono suonati per scacciare gli spiriti demoniaci dell'anno passato.
Alla fine del giorno amici e parenti si vedono per la cena per rinnovare la loro amicizia. Sol è una celebrazione della famiglia e dei buoni amici, per i coreani il nuovo anno è infatti un evento per la famiglia e la comunità. Le vacanze del Nuovo Anno lunare, anche conosciuto come Capodanno cinese, sono le vacanze più importanti in Corea dopo il Chuseok. Ogni anno, i membri della famiglia fanno un grande pellegrinaggio verso i loro paesi natali durante i 3 giorni di vacanza. Seoul è quasi deserta, perchè la maggior parte degli abitanti, lascia la città per raggiungere i luoghi natii. Molti giovani approfittano delle vacanze per andare a sciare o viaggiare all'estero. Le strade coreane, i treni e i cieli sono pieni di viaggiatori diretti verso le proprie case. Le persone si mettono in fila per comprare i biglietti dei treni o dei bus anche 3 mesi prima delle vacanze.

La frase di buon auguri per il Nuovo anno lunare è se hee boke-mahn he pah du say oh ovvero:

Quindi letteralmente sarebbe "ricevi molta fortuna dal nuovo Anno".
Prima di arrivare al primo giorno del nuovo anno, si celebra la vigilia del nuovo anno chiamata Sut dal kum mum o je yah.

Quella notte nessuno Coreano si suppone dorma, perché c'è un detto, il quale dice che se si dorme la vigilia del nuovo anno, le sopracciglia potrebbero diventare bianche.

Per cui le luci nelle case sono accese, per ricevere il nuovo anno con gli occhi aperti e con splendore. Durante la vigilia del nuovo anno le persone puliscono la casa, quindi si fanno una bagno o doccia, bruciano incensi di bambu per scacciare gli spiriti malefici. Nella notte le persone salutano gli anziani della famiglia dicendo "sadang" a casa e offrendo regali. È la cerimonia dell'ultimo giorno dell'anno. Non manca lo spazio per i giochi e l'intrattenimento. Nell'attesa del Nuovo Anno, ci si riunisce, giocando al tradizionale gioco da tavolo coreano, lo Yut oppure al gioco di carte Go-Stop. I bambini fanno volare gli aquiloni per combattere la sfortuna. Sugli aquiloni, infatti, venivano scritte parole o frasi per allontanare il male, dopodiché le corde degli aquiloni venivano tagliate, cosicché questi potessero volare via liberi e portare con sé anche il male.


Il primo giorno del nuovo anno è chiamato seol o seol ral, è un giorno di vacanza molto importante. Seol significa "essere attento", e altri dicono che significhi "tristezza".
Altri ancora dicono che "seol" derivi da "nat seol da" che significa "non conosce le abitudini".
Il primo giorno del nuovo anno può essere chiamato won dan, won il, Shin Won, tutte parole di origine cinese. È anche chiamato jung wol cho harut nal ("jung wol" significa gennaio, "cho" significa primo, "harut nal" primo giorno), parole di origine coreana.

Come trascorrono i coreani il primo giorno del nuovo anno Lunare?
Chesa è l'offerta agli antenati: queste offerte nelle vacanza sono chiamate chare perchè si servono the e liquori, e il primo giorno del nuovo anno non è un'eccezione.
Le donne sono impegnate a preparare il cibo da giorno precedente. Cucinanto "ttok", "garettok" cioè carne fritta. Comprano frutti, puliscono il pesce, trascorrono tutto il giorno a cucinare. Al giorno d'oggi ancora i gnocchi di pasta bollita sono fatti a casa. Il cibo preparato il giorno prima è quindi posato sull'altare per la cerimonia.